Valentino Rossi, la malinconica rivelazione: “Ora inizia ad essere invisibile”

Un giornalista spagnolo racconta una scena incredibile: l’indifferenza che ormai aleggia intorno a Valentino Rossi, che passa inosservato

Valentino Rossi dopo la caduta al Gran Premio del Portogallo di MotoGP 2021 a Portimao
Valentino Rossi dopo la caduta al Gran Premio del Portogallo di MotoGP 2021 a Portimao (Foto Dorna)

Una scena, su tutte, racconta il declino in atto di Valentino Rossi. No, non è quella della caduta di cui è stato vittima domenica al Gran Premio del Portogallo di MotoGP.

Si tratta di un episodio avvenuto nei giorni precedenti, non in pista ma nella sala stampa del circuito di Portimao. A raccontarla è stato il giornalista Mela Chercoles, sul quotidiano sportivo spagnolo As.

“C’è un’immagine che porterò per sempre nella memoria di questo GP del Portogallo: la prima volta che ho visto con i miei occhi Valentino Rossi che ha iniziato ad essere invisibile agli occhi di molti”, ha scritto. “Il pilota che ha attirato l’attenzione di tutto il mondo, stampa e tifosi, negli ultimi due decenni, è passato inosservato in sala stampa, sia venerdì che sabato. Qualcosa di assolutamente inimmaginabile prima della pandemia”.

Nemmeno la stampa calcola più il nove volte campione del mondo? “Tutti i piloti richiesti dalle tv hanno dovuto fare una passeggiata di 50 metri attraverso la sala stampa. Solitamente molti giornalisti ne approfittano per avvicinarsi o per salutare il protagonista di turno. Ecco perché è stato particolarmente sorprendente vedere il Dottore passare inosservato, senza che nessuno interrompesse la sua passeggiata. Forse sono io pazzo, ma in quel momento mi ha fatto male al cuore vedere Rossi così solo”.

Vuoi per il canto del cigno della sua carriera, vuoi per colpa del coronavirus che ha svuotato i circuiti di tifosi e anche di giornalisti, fatto sta che anche il pilota più mediatico di tutti i tempi ora inizia a non avere più il seguito di una volta.

“Sembra chiaro che il 46 stia perdendo la sua luce a causa della mancanza di risultati e per l’assenza di un pubblico che lo adora, indipendentemente da ciò che fa o ottiene in pista”, conclude Chercoles. “Ecco perché, ora più che mai, continuo ad ammirarlo incondizionatamente e sostengo che Valentino Rossi non è italiano, ma è un patrimonio dell’umanità”.

LEGGI ANCHE —> Jorge Lorenzo, nuova analisi su Valentino Rossi: “L’ho osservato bene”

Valentino Rossi in pista sulla sua Yamaha al Gran Premio del Portogallo di MotoGP 2021 a Portimao
Valentino Rossi in pista sulla sua Yamaha al Gran Premio del Portogallo di MotoGP 2021 a Portimao (Foto Petronas)