Superbike, Razgatlioglu salta anche il secondo test ad Aragon

Razgatlioglu è guarito dal Covid-19, ma il team PATA Yamaha Brixx ha deciso di non farlo correre nel secondo test organizzato ad Aragon.

Toprak Razgatlioglu
Toprak Razgatlioglu (Getty Images)

Questa settimana è previsto un altro test privato Superbike ad Aragon nelle giornate di mercoledì e giovedì, ma Toprak Razgatlioglu non ci sarà.

Come riportato da Speedweek, il pilota turco è finalmente risultato negativo al Covid-19 e ha potuto fare ritorno in Turchia. Ma il team PATA Yamaha Brixx ha deciso di non farlo andare in pista: «Vogliamo dargli ancora del tempo – ha detto un portavoce – per riprendersi dalla quarantena. Stiamo esaminando la possibilità di fargli fare un test prima dell’inizio del campionato».

Razgatlioglu era risultato positivo al coronavirus il 31 marzo, quando era in corso il test SBK a Montmelò. È stato messo in isolamento a Barcellona in attesa di un tampone negativo, ma l’11 aprile la positività al Covid-19 è stata confermata e ha dovuto saltare il primo test di Aragon. Adesso salterà anche il secondo, seppur sia negativo.

La preparazione al Mondiale Superbike 2021 non è quella che sperava Toprak, indicato tra i favoriti alla conquista del titolo ma non in grado di percorrere sufficienti chilometri sulla sua Yamaha R1 finora. Il campionato scatta proprio ad Aragon il 21-23 maggio, ha ancora del tempo per girare in pista. Il team vuole organizzargli un test apposito.

Intanto mercoledì e giovedì al Motorland a girare ci saranno il suo compagno di squadra Andrea Locatelli, Garrett Gerloff e Kohta Nozane del team GRT Yamaha, Christophe Ponsson del team Alstare Yamaha, Jonathan Rea e Alex Lowes della squadra ufficiale Kawasaki.