Moto3, GP Portogallo: Acosta è un fenomeno, sorride anche l’Italia

La Moto3 sembra avere un nuovo fuoriclasse: Pedro Acosta. Dietro di lui sul podio chiudono due italiani che portano in alto il tricolore.

Pedro Acosta (Getty Images)
Pedro Acosta (Getty Images)

Al via si piazza subito davanti a tutti Andrea Migno seguito dalle due Leopard. Dopo poche tornate però è Artigas a prendersi la testa della corsa. Gara compatta in ogni caso con i rider che si scambiano di continue le posizioni. Proprio Artigas però dopo 4 tornate di stende mentre era in lotta per le posizioni di testa. Fatale per lui un tamponamento subito da Rodrigo.

A 14 giri dal termine nuova carambola questa volta tra Guevara e Toba. Penalizzato invece Rodrigo per il contatto con Artigas a inizio gara. Verso metà GP scappano i primi 10 che cominciano ad allungare sul resto del gruppo.

LEGGI ANCHE >>> Jorge Martin in ospedale: “Ho molto dolore, ma tornerò presto”

Acosta si conferma un campione

Da metà gara si mette davanti a tutti Foggia che tira il gruppo, ma dietro di lui Acosta e Migno ringhiano. A 6 giri dalla fine brutta caduta per Fernandez e Suzuki. Dopo diverse tornate di studio i primi tre rompono gli indugi per provarsi a giocare la vittoria.

Ci prova subito Acosta che però va fuori pista e allora la prima piazza se la prende Migno seguito da Foggia. Negli ultimi 3 giri i due italiani si scambiano diverse volte la posizione con lo spagnolo che tenta di infilarsi nella festa.

Nell’ultimo giro contatto tra Migno e Garcia con quest’ultimo che quasi cade. Scivola Masia che era 3° in quel momento. Vince Acosta in volata su Foggia. Terzo posto per Migno. Due bandiere italiane sul podio.

Classifica Moto3 GP Portogallo

POS # RIDER GAP
1
37
P. ACOSTA
38:01.773
2
7
D. FOGGIA
+0.051
3
16
A. MIGNO
+0.584
4
71
A. SASAKI
+0.615
5
2
G. RODRIGO
+0.675
6
23
N. ANTONELLI
+0.729
7
55
R. FENATI
+0.773
8
11
S. GARCIA
+1.245
9
5
J. MASIA
+12.487
10
6
R. YAMANAKA
+12.508

 

Antonio Russo