Bagnaia furioso, gli strappano la pole position: “Hanno rotto il c***o”

Pecco Bagnaia reagisce con forza alla decisione dei commissari che lo hanno privato della pole position al Gran Premio del Portogallo

Pecco Bagnaia in pista nel Gran Premio del Portogallo di MotoGP 2021 a Portimao
Pecco Bagnaia in pista nel Gran Premio del Portogallo di MotoGP 2021 a Portimao (Foto Ducati)

“Hanno veramente rotto il c***o, non c’era la bandiera gialla”. È letteralmente furibondo, Pecco Bagnaia, al rientro ai box della Ducati dopo le qualifiche del Gran Premio del Portogallo di MotoGP. E ha degli ottimi motivi per esserlo.

Sulla pista di Portimao era nettamente il più veloce: lo dimostra il fatto che il miglior tempo è stato suo, con un margine di quasi quattro decimi sul primo degli inseguitori, Fabio Quartararo. Ma la pole position gli è stata strappata via per ben due volte dalla direzione gara.

Bagnaia: “Non ho visto le bandiere gialle”

Nel corso del suo primo tentativo ha incontrato una bandiera gialla per la caduta di Johann Zarco, nel secondo per la caduta di Miguel Oliveira. In entrambi i casi non si è accorto dei segnali sventolati dai commissari e così si è visto annullare due crono su due. Così dovrà accontentarsi di prendere il via dalla quarta fila dello schieramento, in undicesima posizione.

“So che le regole vanno rispettate, sono il primo a farlo”, si sfoga davanti ai microfoni dei giornalisti. “Ma quelle bandiere erano esposte in posizioni tali che era impossibile vederle. Sono andato in direzione gara per visionare i filmati e si vede chiaramente che non me ne potevo accorgere. Inoltre la moto di Oliveira non era più nella via di fuga, quindi la situazione di pericolo era cessata”.

La vittoria a Portimao si allontana

Insomma, i giudici avrebbero dovuto dimostrare più flessibilità, in quest’occasione, e non usare il pugno duro contro il torinese. “Non sono d’accordo con l’applicazione di questa regola in qualifica”, tuona lui. “Mi hanno cancellato due giri in dieci minuti: tanto valeva che fossi rimasto ai box a guardare gli altri che giravano”.

Con una penalizzazione del genere, la gara di domani si mette tutta in salita: “Proverò a recuperare quattro o cinque posizioni al via, ma dovrò adottare una strategia necessariamente diversa rispetto a quella che avrei usato partendo davanti”, ammette. “Ho un passo molto veloce, quindi spingerò al massimo dal primo all’ultimo giro, senza pensare ad amministrare le gomme. Sarà complicato vincere: penso di puntare alle prime cinque posizioni”.

LEGGI ANCHE —> MotoGP Portimao, Quartararo ammette: “Bagnaia meritava la pole”

Pecco Bagnaia ai box nel Gran Premio del Portogallo di MotoGP 2021 a Portimao
Pecco Bagnaia ai box nel Gran Premio del Portogallo di MotoGP 2021 a Portimao (Foto Ducati)