Vinales accoglie Marquez: “Finalmente torniamo rivali”

Maverick Vinales è pronto a sfidare Marc Marquez in pista. Il rider della Yamaha punta con la sua M1 a vincere il titolo.

Maverick Vinales (Getty Images)
Maverick Vinales (Getty Images)

Maverick Vinales ha cominciato questa stagione con il piglio giusto. Durante la prima gara ha subito colto un bel successo in rimonta. Nel secondo GP, invece, è andata meno bene, ma lo spagnolo ha comunque dimostrato di potersela giocare. Il rider iberico è molto tranquillo grazie anche alla rosea situazione familiare che ha alle spalle.

Il pilota della Yamaha, infatti, è in attesa di un figlio con la propria compagna e questo lo ha decisamente caricato. L’obiettivo naturalmente è quello di combattere per il titolo sino all’ultima gara e provare a vincerlo per il Team di Iwata che non alza le braccia al cielo dal lontano 2015.

LEGGI ANCHE >>> Marquez: “Ho sbagliato io, potevo tornare già in Qatar”

Vinales fiducioso della sua M1

Durante la consueta conferenza stampa del giovedì Maverick Vinales ha così commentato il rientro di Marquez in pista: “Per tutti è bello avere di nuovo Marc qui. Per me sarebbe davvero difficile essere fuori dai giochi per così tanto tempo. Credo che sia stato complicato per lui e sono felice perché potremo essere di nuovo rivali. L’anno scorso non abbiamo avuto grossi problemi, ma abbiamo fatto alcuni errori. Ora sappiamo cosa dobbiamo fare”.

Lo spagnolo ha poi proseguito: “Ovviamente la moto bisogna provarla su diversi tracciati. Mi sento sicuro con questa moto però. Ogni circuito è diverso. Penso che abbiamo un grande potenziale e dobbiamo solo capire come sfruttarlo al meglio. Cercherò di fare un buon lavoro”.

Infine Vinales ha parlato del proprio rapporto con Oliveira: “Nel campionato spagnolo io e Miguel avevamo una bella rivalità, ma anche un bel rapporto. Ora ci siamo rivisti in MotoGP e tutto questo continua e lo trovo bellissimo onestamente. Vedremo se riuscirò ad essere alla sua altezza visto quanto forte andava l’anno scorso qui”.

Antonio Russo