Quartararo: “L’anno scorso era diverso. Vorrei l’aggressività di Marquez”

In vista della prossima gara Quartararo ha le idee chiare, vuole fare bene e scacciare i fantasmi di un anno fa.

Fabio Quartararo (Getty Images)
Fabio Quartararo (Getty Images)

In MotoGP le cose possono cambiare da una gara all’altra. Fabio Quartararo dopo una prestazione poco esaltante durante il primo GP si è ripreso la Yamaha con una grande gara nella seconda manche in Qatar. Il francese ha rimontato sino a prendersi la prima piazza e volare poi verso un meritatissimo successo.

Ora però arriva un banco di prova molto importante: il Portogallo. Qui un anno fa il francese era letteralmente sprofondato. Ad incidere però, era stata anche ala particolare situazione psico-fisica di un Mondiale scivolatogli via dalle mani la gara precedente.

LEGGI ANCHE >>> Marquez amaro: “Sono tutti fiduciosi, io non lo sono”

Per Quartararo il Portogallo è la prova del 9 per la M1

Oggi però è stato soprattutto il giorno del ritorno di Marquez. In conferenza Quartararo ha così commentato: “Poter tornare per Marc sarà una sensazione fantastica. Penso che per tutti sarà una sensazione bellissima poterlo avere di nuovo qui. L’anno scorso ero in una situazione diversa. Lottavo per il campionato a Valencia, la moto non funzionava benissimo e il mio spirito non era lo stesso. È bello arrivare qui dopo le due gare in Qatar. Questo è il momento per capire il nostro livello. Penso che non andrà male come l’anno scorso”.

Il francese ha poi proseguito: “L’anno scorso abbiamo avuto dei problemi qui quindi voglio vedere quale è il vero potenziale della moto. Adesso vengo da delle buone gare, mi sento in un buon momento. Dobbiamo capire qui cosa possiamo fare per capire il livello di questa M1“.

Infine Quartararo ha così concluso: “La qualità che apprezzo in Marc è il modo con il quale fa sembrare tutti i sorpassi semplici. Mi ricordo a Jerez quando alla curva 4 ha superato Morbidelli e Bagnaia. Ha una grande aggressività e glielo invidio molto”.

Antonio Russo