Franco Morbidelli: “Proveremo a infastidire le Yamaha factory”

Franco Morbidelli a Portimao per cancellare i problemi di inizio stagione. In pista ritroverà un “vecchio” rivale: Marc Marquez.

Franco Morbidelli
Franco Morbidelli (getty images)

Franco Morbidelli arriva a Portimao con un obiettivo primario: capire se le pessime prestazioni di Losail sono una breve parentesi da archiviare oppure un malessere che si trascinerà ancora a lungo. Nella stagione 2020 il pilota del team Petronas SRT ha conquistato un podio in Portogallo a fronte delle difficoltà dei suoi colleghi di marca che non hanno centrato la top-10. Sarà un week-end chiarificatore per l’italobrasiliano, in questi giorni alle prese con allenamenti al Ranch di Tavullia.

Da Portimao avrà anche un rivale in più con cui fare i conti, Marc Marquez, al rientro dopo 9 mesi di stop per l’infortunio rimediato l’anno scorso a Jerez. “Sarà un campione in più da aggiungere alla lunga lista della MotoGP, un avversario in più – ha ammesso Franco Morbidelli a Sky Sport MotoGP -. Quindi, sarà una cosa positiva per la MotoGP, in generale. Sarà un bel problema. Non lo so se sarà subito veloce, ma tornerà ad andare forte, come sempre. Ma stiamo bene, proveremo a fare del nostro meglio, come abbiamo fatto prima, sia senza che con Marc Marquez”.

I problemi sulla M1 ‘spec-A’

In Qatar ha avuto due Gran Premi molto difficili, con problemi tecnici che ancora non hanno trovato una causa certa. 16° e 12° posto per il vicecampione del mondo, che arriva al terzo round con l’intenzione di voltare pagina e ritornare ai ritmi del 2020. “Sono perplesso – ha ammesso Franco Morbidelli -. Sono state due gare difficili per la squadra, per tutti noi, ma comunque restiamo fiduciosi e non vediamo l’ora che arrivi la prossima gara. Le prime due sono state molto particolari, abbiamo avuto problemi strani. Vedremo alla prossima per sapere se i problemi sono confermati o meno”.

In casa Yamaha però sono già due vittorie su due e questo lascia ben sperare anche Franco Morbidelli, sebbene la sua moto sia diversa da quelle dei piloti factory e dalla M1 di Valentino Rossi. “Il fatto che la Yamaha stia andando forte è una cosa positiva perché può darci buone indicazioni, è una buona strada da seguire. È ovvio che a nessuno piace avere altri piloti davanti a te, soprattutto se hanno la stessa moto. Dovremo seguire la loro scia e lavorare bene, essere bravi a infastidirli”.

Franco Morbidelli
Franco Morbidelli (getty images)