Ezpeleta fa un paragone impegnativo tra Valentino Rossi e Marc Marquez

Il patron della MotoGP, Carmelo Ezpeleta, mette in confronto i due campionissimi Valentino Rossi e Marc Marquez

Marc Marquez e Valentino Rossi in conferenza stampa (Getty Images)
Marc Marquez e Valentino Rossi in conferenza stampa (Foto Getty Images)

Marc Marquez come Valentino Rossi? I due piloti, oltre ad essere grandissimi campioni, sono anche acerrimi rivali, e sul confronto tra i due i tifosi di MotoGP in tutto il mondo si dividono.

In termini numerici, il livello è quasi lo stesso: Valentino Rossi ha conquistato nove campionati del mondo nel corso della sua lunghissima e impareggiabile carriera, Marc Marquez otto. Ma, dalla sua, il Cabroncito ha l’anagrafe: con i suoi 28 anni (contro i 42 del Dottore) ha ancora tutto il tempo per vincere altri titoli iridati.

Valentino Rossi e Marquez hanno cambiato la MotoGP

C’è però un altro aspetto del paragone, che è quello che riguarda il peso mediatico dei due, l’attenzione che hanno saputo suscitare, al punto da segnare indelebilmente le rispettive epoche del Motomondiale. E, su questo punto, nessuno può rispondere in maniera più autorevole che Carmelo Ezpeleta.

Il patron del massimo campionato a quattro ruote assegna un sostanziale pareggio: “Come Valentino Rossi, Marquez ha cambiato la condizione generale della MotoGP, quindi il suo ritorno è molto importante”, sono state le sue parole ai microfoni del quotidiano sportivo francese L’Equipe.

Ezpeleta spera nel pronto rientro di Marc

Don Carmelo spinge dunque per rivedere in pista al più presto il fuoriclasse della Honda: “Gli parlo spesso. Tornerà quando avrà riconquistato le migliori condizioni. Forse in tempo per la prossima gara, almeno lo spero. Vuole essere sicuro al 100% di essere in grado di risalire in moto e sono certo che, quando tornerà, sarà il vero Marquez”.

Ezpeleta non se la sente di buttare eccessivamente la croce addosso allo spagnolo per la caduta che gli ha provocato questo duraturo infortunio: “Marquez si è preso un rischio, come ha fatto per tutta la sua vita, e stavolta non gli è andata bene, ma è stata una situazione di corsa”, afferma.

Anche in assenza del suo dominatore, però, la MotoGP può comunque regalare grande spettacolo: “Per me il campionato dell’anno scorso è stato fantastico”, prosegue Ezpeleta. “Joan Mir si merita tutti i complimenti per il suo titolo. Tutti i costruttori sono molto vicini, la differenza in termini di prestazioni non è molto ampia. Confido ancora in una stagione che ci regali molte battaglie”.

LEGGI ANCHE —> Valentino Rossi delude anche se stesso: “Mi aspettavo di entrare nei dieci”

Carmelo Ezpeleta
Carmelo Ezpeleta (Foto Getty Images)