MotoGP, Stefan Bradl: “A Portimao il Mondiale riparte da zero”

Stefan Bradl si dice certo che la Honda RC213V sarà competitiva al ritorno in Europa. E spera di esserci anche a Portimao.

Stefan Bradl
Stefan Bradl (getty images)

Stefan Bradl ha ripreso il posto di Marc Marquez nelle prime due gare in Qatar e spera di poter ritornare in sella anche a Portimao, dove la Honda potrebbe tornare nelle posizioni che le competono. Chiude la seconda gara di Doha al 14° posto, alle spalle del neo arrivato Pol Espargarò, a soli 6,4″ dal vincitore Quartararo. Ora dovrà attendere fino al 12 aprile per sapere se sarà ancora pilota titolare, solo allora i medici si esprimeranno sulle condizioni del Cabroncito.

Il collaudatore tedesco ha purtroppo commesso un errore alla partenza che gli ha fatto perdere secondi preziosi per la gara, trascinandolo dall’11 ° al 19 ° posto. “Appena sono tornato al box la prima cosa è stata scusarmi per l’inizio, è stato un errore mio. È un problema che non ho mai avuto nella mia carriera prima ed è molto sfortunato perché qui abbiamo perso probabilmente due secondi”. Poi per tutto il resto della gara ha girato sui tempi dei migliori, ma quell’errore non gli ha consentito di poter stare nel gruppo dei diretti inseguitori.

In Europa si riparte da zero

Guarda al futuro prossimo con grande ottimismo, perché la RC213V ha dimostrato di avere un ottimo potenziale, anche se sul circuito di Losail le caratteristiche del prototipo non sono potute emergere. “Quando torneremo in Europa, vedremo come la Honda sarà competitiva nel prossimo Gran Premio. La stagione poi riprenderà, tutto ricomincerà dall’inizio. Ci aspettiamo di poter andare avanti in Europa. Penso che la nostra situazione non sia poi così grave”.

In HRC aspettano che Marc Marquez ritorni quanto prima. Pol Espargarò ha collezionato solo 11 punti in due gare, il duo Alex Marquez – Taka Nakagami ancora a zero punti. La Honda cerca più trazione al posteriore, motivo per cui nei prossimi giorni testerà a Jerez. Per il GP del Portogallo resta ancora il dubbio. “Sarò sicuramente ai box in Portogallo”, assicura Stefan Bradl. E se non sarà nei panni del piloti, sicuramente lo rivedremo come commentatore per Servus TV.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Stefan Bradl (@stefanbradl6)