Superbike, Redding e Rinaldi concordano: “Ci manca qualcosa”

Redding e Rinaldi non pienamente soddisfatti dopo il test Superbike in Catalogna. Entrambi i piloti Aruba Ducati vogliono migliorare delle cose.

Scott Redding
Scott Redding (foto Ducati)

Il team Aruba Racing Ducati ha piazzato Scott Redding al secondo posto e Michael Ruben Rinaldi al quinto al termine della due giorni di test Superbike a Montmelò.

Il pilota inglese ha accusato solamente 179 millesimi di ritardo da Jonathan Rea, leader con la sua Kawasaki ZX-10RR. Sicuramente avrebbe voluto mettersi dietro il campione in carica SBK, ma conterà farlo soprattutto in gara appena inizierà il Mondiale SBK 2021 ad Aragon.

Redding al termine della giornata di prove in Catalogna ha così commentato il lavoro svolto: “Abbiamo lavorato molto per cercare di migliorare i punti deboli della nostra moto soprattutto nella percorrenza delle curve a lungo raggio. Inoltre abbiamo cercato di far crescere sia il feeling che il grip. Posso dire che abbiamo fatto dei passi in avanti in questa direzione ma è chiaro che ancora ci manca qualcosa. Sono però soddisfatto perché mi sono sentito bene sulla moto”.

Rinaldi, come il compagno di squadra, ha visto cose positive e altre meno in queste due giornate di test a Montmelò: “In questi due giorni ci siamo concentrati su più aree. Avevamo molte cose da provare e devo ammettere che alla fine abbiamo portato a termine il nostro lavoro. Abbiamo incontrato qualche difficoltà, le stesse che ha avvertito Scott, e questo può essere un vantaggio perché consentirà a Ducati di lavorare in un’unica direzione. Sono molto contento per il passo gara mentre devo ancora migliorare sul giro veloce”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Aruba.it Racing – Ducati (@aruba.it_racing)