Verstappen guarda tutti dall’alto: “McLaren non mi preoccupa, Mercedes sì”

Max Verstappen comanda anche la prima giornata di prove libere del GP del Bahrain. Ma dietro di lui c’è la McLaren, non la Mercedes

Max Verstappen in pista nelle prove libere del Gran Premio del Bahrain di F1 2021 a Sakhir
Max Verstappen in pista nelle prove libere del Gran Premio del Bahrain di F1 2021 a Sakhir (Foto Lars Baron/Getty Images/Red Bull)

Proprio come era già avvenuto un paio di settimane fa nei test pre-campionato, anche la prima giornata di prove libere della stagione, nel Gran Premio del Bahrain, ha incoronato la Red Bull. Ancora una volta, a guardare tutti dall’alto in basso c’è Max Verstappen, che ha dominato entrambi i turni.

“È stata un’altra buona giornata, molto calda e positiva”, afferma l’olandese. “Non era facile trovare un ottimo equilibrio nel corso dell’intero giro. Ovviamente ci sono ancora degli aspetti da migliorare per domani, anche perché è previsto ancora più vento, quindi mi aspetto che sarà ancora più difficile guidare. Però la situazione sarà la stessa per tutti, perciò vedremo cosa accadrà”.

Sorprende il fatto che alle sue spalle, staccata di un decimo, compaia la McLaren di Lando Norris, mentre il campione del mondo Lewis Hamilton è solo terzo, indietro di un altro decimo. Ma Verstappen non si lascia impressionare: “Mi aspetto comunque che la Mercedes sia la più forte tra le macchine che utilizzano il suo motore”.

Anche Perez soddisfatto della sua Red Bull

Non altrettanto competitivo si è rivelato il suo compagno di squadra Sergio Perez che, alla prima uscita in un GP con i colori dei Bibitari, ha chiuso decimo, a sei decimi dalla vetta. Il messicano si è detto soddisfatto della simulazione di gara, ma ammette di dover ancora crescere in configurazione da qualifica.

“È stato grandioso iniziare finalmente un weekend di gara e finora sono felice di come stanno andando le cose”, ha commentato. “Mi sto adattando bene e stiamo compiendo dei passi in avanti. Se dovessi riassumere la situazione di oggi, direi che ho ancora del lavoro da fare sul giro secco, dove non riesco ancora a guidare la vettura in modo naturale. Sul passo gara sono più a mio agio e credo di avere anche un buon ritmo”.

Ora c’è da buttarsi a testa bassa verso i prossimi due giorni a Sakhir: “Dobbiamo ancora lavorare sulla gomma morbida, anche sotto quell’aspetto c’è del margine di miglioramento”, prosegue Checo. “Ma la macchina sta dando buone prestazioni e abbiamo un buon passo. Domani ci aspettano qualifiche piuttosto combattute, perciò dobbiamo assicurarci di interpretarle bene e iniziare al meglio la stagione”.

LEGGI ANCHE —> F1 Bahrain, Prove Libere 2: tempi e classifica finale

Sergio Perez in pista nelle prove libere del Gran Premio del Bahrain di F1 2021 a Sakhir
Sergio Perez in pista nelle prove libere del Gran Premio del Bahrain di F1 2021 a Sakhir (Foto Lars Baron/Getty Images/Red Bull)