Ducati velocissime in Qatar: Morbidelli svela la strategia per batterle

Morbidelli riconosce la forza della Ducati in Qatar, ma il pilota Petronas Yamaha ha un’idea per provare a sconfiggere i piloti ducatisti.

Franco Morbidelli
Franco Morbidelli (Getty Images)

Franco Morbidelli inizia il weekend del Gran Premio del Qatar 2021 MotoGP con un settimo posto nelle Prove Libere. Il pilota del team Petronas SRT è a 387 millesimi dal miglior tempo fatto segnare da Jack Miller su Ducati.

Lui, come gli altri rider Yamaha, perdono nell’ultimo settore. Lì la M1 paga per via del lungo rettilineo del traguardo in cui la Desmosedici GP va più forte e guadagna. Importante, quindi, essere efficaci nelle parti guidate per poi difendersi sul dritto.

LEGGI ANCHE -> MotoGP Qatar, Valentino Rossi: “Bagnaia in forma, anche troppo”

Morbidelli dopo le Prove Libere MotoGP in Qatar

Morbidelli ha parlato a Sky Sport MotoGP dopo il venerdì di free practice a Losail: «Ho provato la gomma media, però non è andata bene. Pensavo di avere più velocità. Dopo ho provato due time-attack e anche lì mi aspettavo di più. Comunque va bene, considerando che sono in top 10. 2 decimi e 8 dalle Ducati, bisogna studiare ogni dettaglio per migliorare e massimizzare la performance. Serve partire davanti per dare battaglia».

Il pilota Petronas SRT spiega la sua strategia in vista del weekend, ovvero cercare di guadagnare nel guidato: «Bisogna migliorare dappertutto. Servirebbe creare un bel tesoretto nella parte mista del circuito, perché poi sul dritto la Ducati guadagna 3 decimi».

Ducati sembra poter essere forte soprattutto nella prima parte di gara, mentre Yamaha può venire fuori nella seconda. Morbidelli spiega: «Delle simulazioni di gara viste nel test abbiamo notato un inizio focoso e poi il passo è diventato abbordabile. Non sappiamo se andrà così adesso. Siamo comunque fiduciosi. La concentrazione deve rimanere sulla performance pura, è importante partire avanti. Sul passo siamo ottimisti, vedremo come andrà».