Marko conferma i problemi Mercedes: “Auto nervosa”

La crisi Mercedes è realtà o finzione? Secondo il talent scout della Red Bull Marko la W12 potrebbe avere dei problemi.

(©Mercedes Twitter)

In testa al gruppo si è vista soltanto per un momento, al termine della seconda giornata, con Bottas. Per il resto la Mercedes è stata inesistente. Questa non sarebbe certo la prima volta che si camuffa durante l’inverno, ma per qualcuno più che di un bluff, la mancanza di forma della W12 sarebbe veritiera.

Dal canto suo il boss delle Frecce Toto Wolff ha preferito non sbilanciarsi, elogiando le prestazioni della Red Bull, e sostenendo che comunque i conti si fanno in gara. Mentre dall’altro lato, ovvero quello di Milton Keynes, il responsabile Christian Horner ha bollato l’assenza dei tedeschi dalle prime posizioni come mera tattica.

“Anche due anni fa aveva accusato problemi nel pre-stagione e sappiamo poi cosa è successo”, le parole del manager inglese.

Il caso Mercedes è il più chiacchierato del paddock

Al di là del botta e risposta tra i capi delle due principali rivali per il mondiale 2021, sono diversi i protagonisti del campionato ad essersi posti la domanda sulle performance della Stella. La linea di pensiero di massima è che non ci sia da fidarsi.

“Non credo a nulla di ciò che ho visto da parte di Hamilton e Valtteri. Così come per quanto riguarda gli altri. E’ ancora troppo presto”, ha affermato il ferrarista Carlos Sainz.

Parere non dissimile anche per il tedesco dell’Aston Martin Sebastian Vettel. “Non hanno coperto un grandissimo chilometraggio come in passato, ma sono convinto che per la prima corsa saranno in buona posizione”.

Più dubbioso invece il talent scout energetico Helmut Marko, convinto che la sua RB16B darà del filo da torcere a tutti, scuderia di Stoccarda compresa.  “Non abbiamo ancora visto il loro pieno potenziale, tuttavia la monoposto sembra essere nervosa”, ha chiosato. Fra due settimane avrò la risposta definitiva.

(©Mercedes Twitter)

Chiara Rainis