Yamaha, la storia non è finita: rinnovato il contratto con la MotoGP

Nel giorno della presentazione della nuova moto, la Yamaha annuncia il rinnovo del contratto con Dorna: resterà in MotoGP fino al 2025

Il team principal Lin Jarvis al centro dei due piloti Fabio Quartararo e Lin Jarvis
Il team principal Lin Jarvis al centro dei due piloti Fabio Quartararo e Lin Jarvis (Foto Yamaha)

Nel giorno in cui ha presentato la sua moto per il 2021, la Yamaha getta uno sguardo già al futuro a lungo termine. Proprio durante la conferenza stampa a margine della cerimonia di lancio, infatti, la Casa dei Diapason ha annunciato di aver firmato il contratto con il promotore del Motomondiale, la spagnola Dorna, che garantisce la sua partecipazione in MotoGP per altri cinque anni, dal 2022 al 2026.

La notizia è stata ufficialmente confermata dal team principal Lin Jarvis. Yamaha ha esordito nel mondo dei Gran Premi iridati nel 1961, il che significa che quest’anno segnerà il sessantesimo anniversario della presenza del costruttore giapponese. Nell’arco di questo periodo Iwata ha raccolto un totale di 411 vittorie, 38 campionati del mondo piloti, 37 costruttori e ben cinque triplette (titoli piloti, costruttori e team).

Yamaha resterà in MotoGP fino al 2025

“Per la Yamaha partecipare al Motomondiale è un grande orgoglio”, sottolinea il responsabile esecutivo di Yamaha, Toyoshi Nishida. “Siamo tutti molto felici di poter confermare il rinnovo del contratto per altri cinque anni, all’inizio di una stagione importante per la nostra azienda. Sessant’anni dopo il nostro debutto, la passione per il motociclismo e la voglia di affrontare nuove sfide rimane intatta. La MotoGP rappresenta una grande parte del Dna Yamaha“.

Prosegue il dirigente: “La tecnologia all’avanguardia della classe regina continuerà a farsi strada sulle moto stradali di Yamaha. Allo stesso tempo credo che i prossimi cinque anni di collaborazione con Dorna e con gli altri costruttori saranno molto importanti per il futuro. Vogliamo mantenere lo spettacolo delle corse rendendole allo stesso tempo più sostenibili e interessanti per un pubblico più ampio”.

Gli fa eco l’amministratore delegato della Dorna, Carmelo Ezpeleta: “Non vediamo l’ora di assistere al nuovo capitolo dello storico costruttore giapponese, che festeggia il suo sessantesimo anniversario sulla scena delle corse, un’azienda che ha sempre mostrato grande impegno nei confronti del Mondiale di MotoGP e nel cui futuro vedremo molte altre sfide emozionanti da goderci insieme nei prossimi anni”.

LEGGI ANCHE:
 -> Vinales ha già dimenticato Valentino Rossi: “Ora Yamaha è una squadra”
->
Quartararo: “Non ho preso il posto di Rossi, io voglio fare come Lorenzo”

Il team principal Lin Jarvis e il team manager Maio Meregalli con Fabio Quartararo
Il team principal Lin Jarvis e il team manager Maio Meregalli con Fabio Quartararo (Foto Yamaha)