“Valentino Rossi e Marquez sono due killer”: le parole del boss Yamaha

Secondo Lin Jarvis Valentino Rossi e Marc Marquez hanno tra di loro molte similitudini ed entrambi cercano di distruggere l’avversario.

Marc Marquez e Valentino Rossi in conferenza stampa (Getty Images)
Marc Marquez e Valentino Rossi in conferenza stampa (Getty Images)

Secondo molti Valentino Rossi e Marc Marquez sono tanto simili tra di loro. Chi ha conosciuto il Dottore a 25-26 anni, infatti, è pronto a giurare che il Dottore era l’esatta copia dello spagnolo nel modo di approcciare le gare e nel tipo di rapporto che aveva con i propri avversari.

Il rider della Honda, infatti, proprio come faceva all’epoca Valentino Rossi, si occupa di ogni minimo dettaglio della sua moto e si è costruito intorno a sé una squadra di pochi fidati che da sempre lo accompagnano. Per quanto concerne, invece, il rapporto con i propri avversari, lo spagnolo, proprio come il #46, ha sempre provato a infastidirli in pista con strategie mirate e sorpassi duri.

Jarvis: “Tra di loro c’è una grande rivalità”

Lin Jarvis, durante un documentario andato in onda su DAZN Spagna ha prima provato a raccontare i suoi primi incontri con Valentino Rossi: “A Brno nel 2003 abbiamo fatto tante cose di nascosto. Ci incontravamo nella clinica mobile. Quando sentivamo una moto ci mettevamo sotto al tavolo”.

Poi il boss della Yamaha ha cercato di fare un parallelo tra il Dottore e Marc Marquez: “Tra di loro c’è una grande rivalità in pista, ma sono accadute anche cose spiacevoli, quindi credo che l’aggettivo difettosa sia quello migliore per descriverla. Loro vogliono distruggere i propri rivali. Questa è una cosa che ho visto fare a Valentino agli albori della sua carriera e che oggi vedo fare a Marquez. Vale faceva qualsiasi cosa per vincere. Quando sono sulla moto sono entrambi degli killer”.

Antonio Russo

Valentino Rossi in pista con la M1 (Getty Images)
Valentino Rossi in pista con la M1 (Getty Images)