Moto2-Moto3, i test invernali spostati in Qatar

I test invernali di Moto2 e Moto3 vengono spostati da Jerez a Losail. L’obiettivo è creare una bolla sanitaria di un mese per il paddock del Motomondiale.

Losail Circuit
Circuito di Losail (foto Instagram)

FIM, IRTA e la società organizzatrice del Campionato del Mondo, Dorna Sports, hanno deciso di cambiare la sede dei test invernali delle classi Moto2 e Moto3. Non si terranno sul circuito di Jerez-Ángel Nieto bensì a Losail, in Qatar tra il 19 e il 21 marzo. Un accordo raggiunto per consentire alla carovana del Motomondiale di creare le circostanze più sicure in materia sanitaria e climatica. Una notizia che sembra controcorrente rispetto alle voci di corridoio che sostengono un possibile annullamento dei due Gran Premio in Qatar previsti per la fine di marzo.

Infatti nell’emirato il numero dei contagi ha raggiunto picchi mai raggiunti in questi giorni, passando da una media di 200 casi giornalieri a 1800, nel pieno della seconda ondata. Tant’è che le autorità locali potrebbero presto apportare restrizioni alle entrate nel Paese. Comunque sia, in attesa di eventuali comunicati ufficiali nelle prossime settimane, Moto2 e Moto3 dovranno cambiare rotta. Con questa modifica, gli spostamenti richiesti per ogni classe saranno ridotti al minimo e questo garantirà che i primi due Gran Premi della stagione possano svolgersi in sicurezza nella stessa tappa di Losail.

Ricordiamo che ad oggi il programma dei test preseason MotoGP in Qatar sono previsti dal 5 al 12 marzo, con il Mondiale che terrà qui le prime due tappe, il 28 marzo e 4 aprile. Ora, le autorità locali, insieme a Dorna, hanno pensato di creare una bolla sanitaria dall’arrivo del ‘paddock’ in Qatar, all’inizio di marzo, fino all’uscita dal Paese, lunedì 5 aprile. D’altra parte, il fatto che le date scelte per i test di Moto2 e Moto3 siano dal 19 al 21 marzo rende impossibile anticipare l’inizio del campionato, previsto per l’ultima settimana di marzo.