Verstappen avvisa Schumacher: “Sarà dura in F1 a causa del cognome”

Max Verstappen mette in guardia Mick Schumacher, che in F1 dovrà affrontare anche la pressione dettata dal suo importante cognome.

Max Verstappen e Mick Schumacher (Getty Images)
Max Verstappen e Mick Schumacher (Getty Images)

Max Verstappen e Mick Schumacher hanno alcune cose in comune. Entrambi infatti sono figli di piloti di F1 e soprattutto i loro padri sono stati compagni di squadra ai tempi della Benetton ed erano buoni amici. Proprio questo rapporto tra i due ha spinto anche i figli a frequentarsi in tenera età.

Dal 2021 Max e Mick si ritroveranno l’uno contro l’altro in F1 a sfidarsi, naturalmente con obiettivi diversi. Verstappen, infatti, forte di una maggiore esperienza e una Red Bull sempre più competitiva vuole provare ad infastidire Hamilton e la Mercedes nella corsa al titolo. Schumi, invece, da buon rookie vuole solo imparare il più possibile e viste le potenzialità della Haas provare a regalarsi qualche punto iridato nell’arco della stagione.

Verstappen: “Per me era semplicemente zio Michael”

Come riportato da “F1 Insider”, Max Verstappen ha così parlato del giovane Mick: “Suo padre detiene il record di titoli vinti in F1 insieme a Lewis Hamilton. Ha ottenuto un primato incredibile. Questo mette Mick in una posizione difficile all’inizio della sua carriera in F1. Se tutto va bene allora sarà facile. Anche quando correva nei kart aveva sempre tutta la stampa addosso. In F4, F3 e F2 lo guardavano sempre e ora la pubblicità è ancora maggiore”.

L’olandese ha poi proseguito: “La cosa positiva è che è circondato da un buon ambiente, ci sono persone che se ne prendono cura. Lo fanno molto bene. Quando ero piccolo lui era lo zio Michael, era molto gentile, un padre di famiglia. Non l’ho mai visto come un campione del mondo di F1, non ne ero consapevole. Lo si può vedere dai vecchi video che abbiamo. Mick e Gina erano sempre a casa, ancora oggi ho dei bei ricordi di quei weekend. All’epoca volevamo solo divertirci”.

Antonio Russo

Max Verstappen (Getty Images)
Max Verstappen (Getty Images)