Binotto rassegnato: “Chiusura deludente di un’annata pessima”

Mattia Binotto ha detto la sua sulla pessima stagione vissuta in questo 2020 dalla Ferrari e sul partente Vettel.

Mattia Binotto (Getty Images)
Mattia Binotto (Getty Images)

La Ferrari ha vissuto un anno davvero pessimo. La Rossa, infatti, non è riuscita a portare a casa nemmeno una vittoria in questo 2020 e alla fine ha chiuso solo al 6° posto nel Mondiale costruttori con appena 24 punti di vantaggio sull’Alpha Tauri.

Come riportato da “Motorsport.com”, Mattia Binotto, a margine dell’ultima gara ha così commentato: “Purtroppo abbiamo ben poco da dire sulla gara di domenica. Questa è stata la conclusione deludente di un’annata deludente. Dobbiamo solo voltare pagina e pensare al futuro senza però dimenticare la lezione imparata in questi mesi duri e complicati. Dobbiamo risalire la china, dobbiamo lavorare senza sosta sulla macchina del prossimo anno per cercare di recuperare il deficit di prestazione che c’è al momento con i migliori”.

Binotto: “Vettel farà sempre parte della nostra famiglia”

Il team principal della Ferrari ha poi proseguito: “In ogni caso oggi è stato un giorno speciale perché Seb ha corso per l’ultima volta con i nostri colori. Lui è il terzo pilota più vincente di sempre con la Ferrari in F1: solo Michael Schumacher e Niki Lauda hanno fatto meglio di lui. Basta questa statistica per far capire l’impronta data da Seb in questa squadra”.

Infine Binotto ha così concluso: “Seb era arrivato a Maranello con tante speranze ed era stato accolto con tanta attesa: ci lasciamo con tante gioie in archivio, ma anche qualche rimpianto per quello che poteva essere e non è stato. Questo è un vero peccato, ma fa parte della vita di un pilota e di una squadra. Una cosa è certa però: anche se l’anno prossimo sarà un avversario, farà per sempre parte della famiglia Ferrari“.

Antonio Russo

Sebastian Vettel, Mattia Binotto e Charles Leclerc (Getty Images)
Sebastian Vettel, Mattia Binotto e Charles Leclerc (Getty Images)