Kymco, sapete che motori utilizzano questi scooter? Scopriamolo nei dettagli

Oggi vi porteremo alla scoperta dei motori che sono montati sugli scooter del brand Kymco, uno dei più grandi produttori del pianeta.

Il marchio Kymco è ben noto a tutti coloro che fanno uso degli scooter, dal momento che questo brand ha ormai ottenuto un enorme successo a livello internazionale. Pensate che era nata come un’industria che si occupava di produrre componenti per moto della Honda, con sede a Taiwan. In seguito è divenuta indipendente, ed ha ben 3.000 dipendenti impegnati a lavoro, e costruisce la bellezza di 570 mila veicoli ogni anno, dimostrandosi un punto di riferimento del settore.

Kymco che motore monta
Kymco tutto sui motori (Kymco) – Tuttomotoriweb.it

Le sedi sono parecchie, e sono situate in più paesi, come ci conferma la presenza di stabilimenti di produzione a Jakarta, in Indonesia. Oggi vi porteremo a scoprire quali tipi di motore troverete sugli scooter Kymco, che sugli ultimi modelli lanciati sul mercato, come vedrete, hanno acquistato tanta potenza in più, migliorando le performance di questi gioiellini.

Kymco, ecco quali tipo di motori montano gli scooter

Non è un mistero che gli scooter di casa Kymco siano divenuti famosi ed apprezzati in tutto il mondo, ed uno dei loro punti di forza principali è dettato dall’affidabiltà che mettono a disposizione. A livello di motori che vengono montati, abbiamo scelto di parlarvi dell’Agility S 125, vale a dire uno degli scooter più gettonati da parte della clientela internazionale, che anche in Italia ha ottenuto un successo che era complesso da prevedere.

Kymco motori tutti i dettagli
Kymco motori cosa c’è da sapere (ANSA) – Tuttomotoriweb.it

La lettera S sta ad indicare la notevole sportività che questo modello mette al servizio del cliente, ed anche dalle sue linee ciò è ben evidente. Il gioiellino, nella sua ultima versione, è dotato di uno stile del tutto rivisto, ed a spingerlo troviamo il nuovo motore S Power. Si tratta di un monocilidrico 4 tempi da 125 cc di cilindrata con una potenza massima aumentata rispetto al passato, pari a 10,6 cavalli, o 7,8 kW se preferite. Si tratta, in generale, di una buona spinta per uno scooter.

Il picco di potenza viene raggiunto al regime di 8.500 giri al minuto, un 22% in più rispetto alla versione precedente. Si tocca così una buona velocità massima pari a 90 km/h, grazie ad una nuova testata a due valvole, ma che è dotata di un albero a camme del tutto rifatto da zero. Le nuove e più sportive tarature del gruppo di trasmissione regalano anche uno scatto più brillante.

Impostazioni privacy