Chi fa i motori delle moto Royal Enfield? Tutti i dettagli sul mito inglese

Il costruttore britannico ha rappresentato un mito assoluto nell’immaginario collettivo degli appassionati, anche grazie ai suoi affidabili motori.

La “Royal Small Arms Factory Enfield Lock” è stata una delle fabbriche inglesi più importanti della storia. Ha realizzato biciclette, motocicli, macchinari agricoli ed industriali. Il logo del cannone nacque proprio dallo stretto legame dell’azienda con il ramo degli armamenti. Scoprirete il motivo del motto dei centauri in sella ad una RE: “Made like a gun, goes like a bullet”, ovvero costruita come un cannone, va come un proiettile.

Chi fa i motori delle moto Royal Enfield? Tutti i dettagli sul mito inglese
Royal Enfield (AdobeStock) – Tuttomotoriweb.it

La Crown, nel 1890, autorizzò la produzione di moto nella la sede di Redditch, nel Worcestershire. Royal Enfield ora ha cambiato location, ma ci arriveremo più avanti. Le origini di un marchio raccontano molto di più delle vicissitudini dell’epoca moderna. La Bullet è stata la regina della gamma della Royal Enfield, diventando la più longeva di tutti i tempi. Una storia di successi tramandata di generazione in generazione. Tutto nacque addirittura alla fine dell’800.

Nel 1899, per l’esattezza, venne realizzata una serie di quadricicli con motore De Dion. Nel 1901 fu elaborato un prototipo di bici con un motore Minerva da 170 cm³. Nel 1906 nacque la divisione della Enfield Autocar Company Limited, per la produzione di auto e moto. Nel 1912 arrivò il modello 180 con tanto di sidecar ed impreziosito da un bicilindrico di 750 cm³. Nella medesima fase storico il modello con motore da 425 cm³ si fece faville al Tourist Trophy dell’Isola di Man e a Brooklands.

I moderni motori delle Royal Enfield

Dopo una serie di passaggi di mano, nel 1994, la Enfield India prelevò tutto dal gruppo Eicher, che nel 1995 ottenne i diritti sul marchio Royal Enfield. La nuova proprietà rivoluzionò il listino. Nei pressi di Nuova Delhi nacque una nuova factory, dove vennero riprodotti storici modelli come la Bullet, nelle due motorizzazioni da 350 e 500 cm³.

I moderni motori delle Royal Enfield
Le linee delle moto Royal Enfield (Adobe) Tuttomotoriweb.it

La Hunter 350 dispone di un motore monocilindrico di 349 cc a 2 valvole che sprigiona 20,2 cavalli. Una potenza non clamorosa, ma questa tipologia di moto fa della velocità di crociera il suo punto di forza. Il nuovo modello a ruote alte, presentato all’Eicma 2023, ha lasciato gli appassionati a bocca aperta. Chi acquista le moderne Royal Enfield prodotte in India sceglie una storicità che è rimasta fedele al vecchio credo, ma con tecnologie moderne. L’esportazione, del resto, avviene con successo in tutto il mondo.

Impostazioni privacy