Climatizzatore auto, l’impatto suoi consumi è devastante: ecco quanto ti costa

Per gli automobilisti attuali il risparmio è essenziale. Ecco cosa dicono i numeri relativi all’impatto sui consumi del riscaldamento e del clima.

In estate l’uso del climatizzatore risulta indispensabile per godere di un buon comfort all’interno dell’abitacolo. Il clima, proprio come il riscaldamento può influenzare in modo notevole i consumi delle auto. Vi raccomandiamo i migliori metodi per ottimizzare l’utilizzo e rendere le vetture più sostenibili. Si sa che il funzionamento del riscaldamento e del climatizzatore in un’auto con motori a combustione determina un aumento notevole dei consumi.

Climatizzatore auto, l’impatto suoi consumi è devastante
Clima, l’impatto sui consumi (Adobe) Tuttomotoriweb.it

Questa tipologia di energia aggiuntiva attribuita dal motore attraverso la combustione di carburante può determinare una spesa supplementare per gli automobilisti. Quando la differenza tra la temperatura esterna e quella interna è particolarmente elevata il grado di consumo schizza alle stelle. Inoltre, nelle guide autostradali, l’effetto risulta meno impattante rispetto all’utilizzo nelle giungle urbane.

L’uso del climatizzatore può comportare un incremento del consumo di carburante dal 10 al 20%, mentre il riscaldamento può arrivare sino al 30% dell’autonomia. Il discorso è analogo anche per le vetture elettriche che forniscono l’energia attraverso il pacco batteria agli ioni litio, ma a differenza delle vetture a benzina e diesel nelle EV il raffreddamento comporta più energia rispetto al riscaldamento. Ecco il dato inquietante sulla vendita delle elettriche.

L’impatto sui consumi

La rigenerazione dell’energia in una fase di frenata può alleviare parzialmente il livello di consumo extra dettato dal climatizzatore, soprattutto in città. Per questo motivo alcuni mezzi elettrici presentano delle pompe di calore che aiutano il consumo energetico per il funzionamento del riscaldamento. La riduzione può essere del 15/20%, mentre il consumo del riscaldamento determina un impatto del 30% sull’uso della batteria.

Per gli automobilisti attuali il risparmio è essenziale
L’impatto dell’uso del clima in auto i (Adobe) Tuttomotoriweb.it

Per tutti questi motivi noi vi consigliamo sempre di utilizzare il climatizzatore solo quando si avverte una esigenza reale. Parcheggiare l’auto all’ombra per evitare di accendere l’aria condizionata per rinfrescarla, necessariamente, può essere una buona soluzione.

Non sempre però si trova il posto all’ombra e questo determina la necessità in molti casi di utilizzare un tendalino parasole che quantomeno tenda ad alleviare il surriscaldamento dei sedili.

Inoltre, è consigliabile utilizzare uno stile di guida eco compatibile per determinare una riduzione dei consumi di carburante o di energie elettriche.

Schiacciare il piede sull’acceleratore ad ogni semaforo comporterà semplicemente una spesa aggiuntiva alla pompa, indipendentemente dall’accensione o meno del climatizzatore o del riscaldamento. Una guida accorta consente anche alle mescole, agli impianti frenanti e a tutti i componenti principali del mezzo di godere di una vita più lunga.

Impostazioni privacy