Cosa succede se non inverto le gomme? Queste le conseguenze!

I gommisti hanno ben chiari i motivi che portano la pratica di invertire le gomme ogni tot km. Ecco le ragioni principali.

L’usura delle gomme è un tema importante per gli automobilisti. Le mescole sono sottoposte a continui saltellamenti e le buche delle nostre strade non aiutano. Le coperture anteriori, infatti, si consumano più velocemente e per riequilibrare l’usura c’è una pratica di inversione molto diffusa. L’obiettivo è che tutte le 4 gomme siano omogenee. Il battistrada con livelli sfalsati possono essere pericolosi.

Cosa succede se non inverto le gomme?
Ecco l’usura delle gomme (Adobe) tuttomotoriweb.it

In determinate occasioni i pneumatici possono risultare molto rischiosi, soprattutto perché quelli posteriori, meno consumati, perdono aderenza. Occorre stare attenti perché quando le anteriori sono più consumate, quelli posteriori non hanno la stessa presa. Senza effettuare l’inversione delle gomme, poi, si arriverà al momento della sostituzione delle coperture perché proprio non si può andare avanti. Sapete chi produce le gomme Pirelli? Le mescole italiane dominano anche in F1.

Gomme, il problema della mancata inversione

Le gomme presenteranno sull’anteriore un battistrada consumato e pertanto da cambiare. Le posteriori non sono ancora arrivate al termine del loro ciclo di vita, in quanto l’usura è stata minore. A cambiare le gomme, in realtà, ci vuole anche poco perchè possono essere ancora adoperare quelle posteriori. Un’usura maggiore sulle ruote anteriori nasce sui tragitti extraurbani a velocità più sostenute.

Il problema della mancata inversione
L’inversione gomme (Adobe) tuttomotoriweb.it

L’indicazione del cambio ogni 10mila chilometri tende a creare standard qualitativi di un certo livello. Quando ci riferiamo a queto aspetto parliamo dei percorsi tradizionali e di un uso standard. E’ ovvio che se andrete ad affrontare superfici particolari o farete un certo tipo di ragionamento in ottica fuoristradistica, le mescole si usureranno prima, ma sempre secondo il metodo suddetto.

Se aumenta la rumorosità delle coperture è consigliato anche effettuare un controllo accurato presso un gommista. La procedura dell’inversione è molto semplice. È necessario, infatti, sollevare la vettura, svitare i bulloni, rimuovere le ruote e invertirle, portando quelle anteriori sull’asse posteriore e viceversa, per poi riavvitare i bulloni. Il gioco è fatto e potrete tornare alla guida con sicurezza.

In caso siano presenti pneumatici con battistrada direzionale, per il montaggio dovrete seguire le indicazioni fornite dalle frecce che rintraccerete sul lato della gomma stessa, affinché l’operazione avvenga correttamente. In ogni caso l’operazione è alla portata, ma nel caso esistono tanti esperti del settore che potranno aiutarvi e rendere le cose molto più serene.

Impostazioni privacy