Ferrari, Vasseur ora ci ha presto gusto: arriva una promessa ai tifosi

Il team principal, Frederic Vasseur, ha rilasciato dichiarazioni importanti in merito alla prossima stagione. E’ arrivato un impegno che sta mandando i fan in estasi.

La Ferrari ha bisogno di voltare pagina nel 2024 con un nuovo progetto che possa esaltare le capacità di guida di Charles Leclerc e Carlos Sainz. Il duo della Scuderia modenese si è ritrovato a raccogliere le briciole lasciate dalla coppia Red Bull Racing, Verstappen – Perez. Nella F1 recuperare un gap non è cosa da poco, in particolare nella moderna era ibrida caratterizzata dal budget cap.

Ferrari, Vasseur ora ci ha presto gusto:
Primo piano Fred Vasseur (Ansa) tuttomotoriweb.it

In totale assenza di test in pista la differenza la fanno, principalmente, i tecnici nella galleria del vento. L’erede della SF-23 sarà nuova per il 95% dei componenti. Tutto questo vorrà dire che, a differenza del 2023, a Maranello si stanno prendendo dei rischi enormi. La Rossa si avvicinerà al concetto di auto della Red Bull Racing, non salvando praticamente nulla delle due wing car degli ultimi due anni. Leclerc e Sainz sono stati beffati anche da una Mercedes che non ha vinto neanche un GP.

A parziale giustificazione del disastro, vanno ricordati i tanti cambiamenti che ci sono stati negli ultimi tempi. Vasseur è arrivato al posto di Binotto. Il direttore sportivo Laurent Mekies, ex braccio destro dello svizzero, ha scelto di lanciarsi nelle veste di team principal in AlphaTauri al posto di Franz Tost. L’aerodinamico David Sanchez, invece, si è legato con la McLaren. Rueda è stato retrocesso nel remote garage e, al suo posto al muretto, è stato premiato il giovane Ravin Jain, in precedenza ingegnere di strategia di gara che operava dalla sede di Maranello.

Cambiamenti che hanno reso ancor più difficile la stagione della Scuderia. Gli aggiornamenti, nella seconda parte di campionato, avevano illuso i tifosi. Era arrivata una vittoria insperata di Sainz a Singapore e un terzo posto a Monza. Leclerc ha chiuso in crescendo con podi a raffica, ma non è bastato per conservare la seconda piazza in graduatoria. Ora occorrere, in fabbrica, ritrovare la quadra e puntare su una struttura più semplice e funzionale ad una nuova fase di sviluppo.

La promessa di Vasseur

L’ex tecnico dell’Alfa Sauber ha sottolineato che vi sono stati tanti cambiamenti nei ruoli, ma non ha fatto nomi: “Alla fine non si tratta di una persona, inclusa la mia figura, la cosa più importante è il gruppo di lavoro che abbiamo. Sono fiero della reazione che ha avuto il team durante la stagione, tutti, compresi i piloti, siamo stati in grado di reagire dopo sei mesi difficili e a partire da Monza si sono visti i risultati“.

La promessa di Vasseur
Vasseur e Sainz sul podio a Singapore (Ansa) tuttomotoriweb.it

Il tecnico ha sottolineato che una nuova persona che si unirà alla Ferrari dovrà rispettare 12 mesi di gardening, un preavviso di sei mesi e, trascorso questo periodo, potrà lavorare sul progetto. Quindi la Rossa si sta muovendo da una parte in vista del prossimo biennio, ma con un occhio già al nuovo regolamento del 2026.

Sono ancora convinto che sia più sul funzionamento della pista che abbiamo fatto il passo nell’ultimo terzo della stagione, molto più che sullo sviluppo della vettura“, ha sancito il francese in una intervista a Motorsport.com.

Impostazioni privacy