Ferrari, il sogno di Vasseur si chiama Verstappen: arrivano parole inaspettate

Salirà mai il campione olandese nell’abitacolo della Rossa? E’ un quesito che tantissimi fan della Ferrari si stanno facendo. Ecco la risposta di Vasseur al riguardo.

Max Verstappen è il punto di riferimento da 3 anni in Formula 1. Inutile girarci intorno, per tornare a vincere uno come l’olandese farebbe comodo a tutti, Mercedes e Ferrari comprese. Di base il talento di Hasselt non lascerà, facilmente, la Red Bull Racing perché, attualmente, è il numero 1 e sa di poter contare sui migliori tecnici al mondo. Il figlio d’arte di Jos è cresciuto tantissimo nelle ultime stagione, potendo fare affidamento su vetture da sogno.

Ferrari, il sogno di Vasseur si chiama Verstappen
Ferrari, l’appello a Max Verstappen (Ansa) tuttomotoriweb.it

A Leclerc dovrebbero, finalmente, mettergli a disposizione vetture all’altezza del suo talento perché è inammissibile che in 5 anni abbia raccolto appena 5 vittorie in Ferrari. E’ tra i migliori giovani della sua generazione e aveva dimostrato anche nelle categorie minori di poter fronteggiare un campione come Hamilton o un astro nascente come Verstappen.

Indebolire la Red Bull Racing potrebbe essere una ottima strategia, ma Verstappen e Leclerc potrebbero convivere insieme? Sarebbe un altro bel problema per la casa modenese già alle prese con le scaramucce tra i Carli e in passato tra il quattro volte iridato, Sebastian Vettel, e CL16. Senza Max la Red Bull Racing, già in crisi nella ricerca di seconde guide di qualità e con un Academy priva oggi di fenomeni, potrebbe subire un contraccolpo psicologico.

L’ammissione di Vasseur su Verstappen

Il binomio tra RB e Verstappen è difficile che in qualche modo subirà uno stop. Ha un contratto sino al 2028 e non sembrano esserci margini. In futuro, in assenza di Honda che fornisce con successo le Power Unit potrebbe anche accadere che la squadra con sede a Milton Keynes non sia più stracompetitiva, ma l’olandese volgerebbe le spalle al team che lo ha reso grande?

L’ammissione di Vasseur su Verstappen
Un sogno chiamato Verstappen (Ansa) tuttomotoriweb.it

Difficile immaginare questo scenario, ma meglio lasciarsi la porta aperta. Questo sarà stato il pensiero di Frederic Vasseur a margine di una intervista rilasciata ai colleghi di RacingNews365. “Penso che tutti i team principal vorrebbero dare il benvenuto a Max un giorno se facessi loro questa domanda – ha annunciato il francese – Ma ora ha un accorso sino al 2045! Dobbiamo concentrarci su noi stessi e penso che stiamo sprecando le nostre energie pensando a questo aspetto in questa fase. Dobbiamo concentrarci su quello che abbiamo in squadra. Non si tratta solo di piloti, ma anche di altri argomenti. Per ora non è una discussione, ma mai dire mai“.

Discorso estendibile anche al grande rivale nel 2021, Sir Hamilton. Parlo con Lewis ogni settimana o ogni mese da 20 anni. Non posso negare di aver parlato con Lewis ad un certo punto perché sono sempre in contatto con lui. Questo vale anche per metà griglia, perché hanno già corso con me in passato – ha ammesso Frederic Vasseur – Ho avuto una discussione con Lewis a Baku e da lì è iniziato tutto. Se Lewis avesse firmato un contratto dopo ogni conversazione, mi sarebbe costato una fortuna!

Impostazioni privacy