C’è un elemento della McLaren F1 che sta facendo impazzire tutti: costa più di 2 FIAT Panda

La McLaren F1 è tra i progetti più importanti della carriera di un genio come Gordon Murray. Ecco perché il web è in tumulto.

Alla luce dei risultati epici ottenuti dal team McLaren nella massima categoria del Motorsport sono nate supercar di altissimo profilo che non hanno nulla da invidiare a Ferrari, Lamborghini e altri modelli top. La McLaren F1 è pensata per dare il meglio in pista, sotto le mani di un pilota professionista. Il progetto fu partorito dalla mente dall’ex ing. Formula 1 Gordon Murray.

C’è un elemento della McLaren F1 che fa discutere
Prezzo folle McLaren F1 – tuttomotoriweb.it

Nel marzo del 1990 unirono un gruppo di tecnici di Woking a cui a capo c’era il sudafricano. Fu scelta una impostazione con un unico sedile di guida centrale. Immaginatevela come una monoposto di Formula 1 con carrozzeria di appena 1.100 kg che, in ordine di marcia, grazie ad un rapporto peso/potenza di appena 1,75 kg/CV regalava prestagioni da brividi. Guardate questo modello che ha preso fuoco. 

La McLaren F1 godeva di un V12 di origine BMW 6 litri con una potenza massima di 627 CV nella versione standard. Le testate avevano 2 alberi a camme ognuna e un sistema di fasatura variabile, la distribuzione era 4 valvole per cilindro. Pensate che la versione più potente copriva lo 0 a 300 km/h in soli 23 secondi per una massima accelerazione laterale: 0,94 g.

McLaren F1, quanti mi costi

La FIAT, a differenza di tanti altri marchi, ha scelto di puntare con decisione sul rivalorizzare modelli storici in chiave elettrica. Negli ultimi anni ha rilanciato anche un altro grande classico come la NUOVA 500 full electric. La Panda è stata l’auto elettrica più venduta in Italia, ma al primo posto c’è sempre la Panda. Sulla base di questa esperienza positiva, gli Agnelli, hanno deciso di promuovere, nel 2024, una nuova versione in una nuova veste.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Colleen Sheehan (@colleen365gtb4c)

Anche la Panda ha la sua storia leggendaria, essendo stata la city car culto in diverse epoche del Belpaese. Nel 1983, la prima disegnata da Giorgetto Giugiaro, con una lunghezza di 3,77 metri, ridefinì il concetto di utilitaria. Era piuttosto spartana, ma assolutamente irrefrenabile. Serie dopo serie sono migliorati i motori e le dotazioni, facendo crescere il prezzo sino a quasi 15mila euro.

La FIAT dovrà sviluppare una quarta gen di altissimo livello per fronteggiare le case cinesi che sull’elettrico sono avanti. L’unico modo per avere una concreta diffusione, tra l’altro, della vettura italiana alla spina è quello di promuoverla ad un prezzo vantaggioso sul mercato e non ripetere gli errori compiuti dal Gruppo VW con il lancio di vetture elettriche troppo care riuscirà a tenersi intorno ai 15mila euro.

In ogni caso la sostituzione del parabrezza di una McLaren F1 viene a costare di più di due FIAT Panda nuova. Come potrete apprezzare nel video in alto pubblicato sulla pagina IG di colleen365gtb4c questi gioielli prodotti da Murray hanno elementi estremi di tecnologia. Di conseguenza la sostituzione di un componente essenziale come il parabrezza arriva a costare ben 33mila dollari, lavori in officina inclusi, che al cambio attuale sono 30mila euro abbondanti.

Impostazioni privacy