La Ferrari vince la prima “sfida”: ecco in cosa ha prevalso la SF23

La Ferrari ha svelato in questa settimana la nuova SF23. Gli esperti sono concordi sul fatto che quest’auto abbia già ottenuto un primato.

La Ferrari ha sicuramente regalato al mondo la miglior presentazione di tutti i dieci team che partecipano al mondiale di F1. La cosa è stata riconosciuta a livello internazionale, dai più importanti organi di stampa del mondo. La SF23 è nata con un evento pianificato nei minimi dettagli, e c’è da dire che meglio di così, davvero, non potevano operare.

Ferrari SF23 (Ferrari)
Ferrari SF23 ed il suo primo successo (Ferrari)

La manifestazione è iniziata con la presentazione sul palco di Charles Leclerc e Carlos Sainz, che hanno mandato in delirio i tifosi presenti sulla tribuna di Fiorano Modenese. Chi conosce bene la pista di proprietà del Cavallino sa benissimo che non ci sono tribune in quella zona, ed infatti, la struttura è stata montata proprio per l’occasione, accogliendo centinaia di fan provenienti dai club dedicati alla Scuderia modenese.

Poco dopo è stata data la parola al nuovo team principal, vale a dire Frederic Vasseur, il quale ha discusso dei suoi obiettivi assieme a Marc Gené, notissimo per essere la voce tecnica, accanto a Carlo Vanzini, per quanto riguarda “SKY Sport F1“, oltre che ad avere un curriculum da pilota di alto livello. Il nativo di Sabadell ha infatti vinto la 24 ore di Le Mans nel 2009 con la Peugeot 908 HDI FAP, oltre ad aver corso in F1 con la Minardi e la Williams-BMW.

In seguito, sono state mandate in onda le immagini virtuali della nuova SF23, ma il bello doveva ancora arrivare. Infatti, la Ferrari ha deciso di far esordire la monoposto direttamente davanti al pubblico, mandando in pista Leclerc che ha completato qualche giro a bordo della meravigliosa nuova nata di Maranello.

Poco dopo è toccato anche a Sainz, il quale non è salito a bordo per primo per via di una sfida persa con il lancio di una monetina, che ha detto che il debutto assoluto sarebbe stato compiuto dal suo compagno di squadra. Comunque, poco importa chi ha effettuato i primi giri, visto che l’evento è stato davvero eccezionale.

I tifosi hanno infatti salutato con grande entusiasmo il tutto, dimostrando la loro gratitudine con striscioni e cori. Nonostante le sconfitte e le delusioni cocenti degli ultimi anni, va detto che ciò che riesce a fare il Cavallino non ha eguali, soprattutto a livello di emozioni che suscita in chi la tifa.

Ferrari, va a lei il titolo di miglior presentazione

La Ferrari ha nettamente battuto la concorrenza in quanto a presentazioni, ed è logico che non ci possa essere paragone neanche con la rivale diretta. La Red Bull ha infatti messo in scena uno spettacolo davvero deludente lo scorso 3 di febbraio, quando ha presentato la finta RB19 dotata della nuova livrea.

Tanto rumore per nulla verrebbe da dire, visto che si trattava della monoposto dello scorso anno, e che l’evento è stato organizzato soltanto per pubblicizzare la nuova partnership con la Ford che partirà nel 2026 per quanto riguarda la fornitura delle power unit. Quasi tutte le altre squadre hanno mostrato soltanto le nuove livree, per poi mostrare le vere auto soltanto in occasione del fiming day.

Questo è stato il caso dell’AlphaTauri, dell’Alfa Romeo Racing, della Haas e della Williams, mentre le altre hanno fatto vedere la vera auto, ma nulla in confronto a quanto fatto dalla Ferrari. La Mercedes, da un certo punto di vista, ha fatto qualcosa di simile, visto che ha tolto i veli alla F1 W14 a Silverstone per poi mandarla subito in pista, ma sulle tribune non c’erano tifosi, come era facile immaginare.

A Maranello hanno fatto le cose per bene, e l’evento in cui è stata lanciata la SF23 ha fatto sognare tutto il mondo, come stato riportato dai media più influenti. Ora è il momento di andare in pista e di fare la differenza dove conta davvero, tornando a lottare per un mondiale che manca da ormai davvero troppo tempo a Maranello.

Impostazioni privacy