Bollo auto: si può pagare a rate? Ecco cosa bisogna fare

Il bollo dell’auto è sempre stata una spesa ingente, per questo motivo molti automobilisti sperano di poter pagare a rate in questo modo.

In Italia siamo davvero speciali per obbligare i compratori a pagare in continuazione delle tasse che potrebbero essere tranquillamene evitate, con il concetto di proprietà privata che risulta essere sempre molto fantasioso, come nel caso del bollo dell’auto.

Bollo Auto (AdobeStock)
Bollo Auto (AdobeStock)

Si tratta di una delle tasse che vengono pagate davvero con meno piacere dalla gente, perché in qualche modo è solamente l’accertare da parte dello Stato che si è già acquistato in passato un’automobile.

Il costo ovviamente cambia anche in base al valore del mezzo e questo comporta in certi casi anche delle importanti differenza sociali, con l’intento di diminuirle che invece non fa altro che accrescersi.

Per fortuna però ci sono dei mezzi al giorno d’oggi che permettono in qualche modo di poter venire incontro alle varie esigenze degli automobilisti, in particolare per quanto riguarda il pagamento del bollo che finalmente può essere rateizzato.

Non tutti lo sanno e questo molto spesso comporta a dei veri e propri salassi da un punto di vista economico, ma con questo metodo potrete in qualche modo provare a diluire quantomeno le spese avendo così maggiori opportunità di spesa.

Partiamo però dal presupposto che in linea di massima dovete accontentarvi e sborsare immediatamente il totale della spesa, ma aprendo un conto PayPal c’è la possibilità di rateizzare il costo del proprio bollo.

Ricordiamo come sia fondamentale inoltre essere direttamente collegati con il sito “PagoPA”, l’unico che viene considerato legittimo nel poter riscuotere dei soldi che sono di dominio pubblico e della amministrazioni.

Il costo del bollo infatti non finisce mai nelle casse dello Stato, ma solo le Regioni, o Province autonome nel caso del Trentino Alto Adige, a intascare i derivati del bollo.

Per poter pagare a rate ci sono due opzioni, con la prima che prevede di scaricare l’applicazione “IO” e che al suo interno prevedrà l’opzione di poter rateizzare in tre rate diverse.

Il secondo caso invece è quello di entrare nel sito “bollo.aci.it“, calcolare la tasse del proprio veicolo e a quel punto pagare sempre in 3 rate dopo aver scelto questa opzione di pagamento.

Ma lo possono fare tutti questa rateizzazione del bollo?

PayPal permette di rateizzare il bollo dell’auto: ci sono dei limiti

Indicativamente tutti possono rateizzare il pagamento del bollo, ma bisogna ricordarsi che siamo in Italia e dunque tutti i regolamenti che in qualche modo potrebbero aiutare a snellire le spese devono essere colmi di burocrazia.

Primo di tutto partiamo con il dire che il dilazionamento tramite PayPal può avvenire solamente dai costi che variano dai 30 ai 2000 euro, dunque nel caso del bollo dell’auto siamo ampiamente all’interno di questi limiti.

L’idoneità però deve essere autorizzata dall’app stessa di PayPal, con la risposta positiva o negativa che è praticamente immediata, ma rischiano di esserci delle condizioni che impediscono di poter rateizzare.

Il terzo caso invece è sicuramente quello più frequente e limitante e riguarda tutti coloro che hanno una ditta e l’intestatario delle auto aziendali è la società stessa.

Per poter rateizzare bisogna infatti avere la macchina intestata a una persona fisica e non a una società, dato che in quel caso il pagamento a rate verrebbe immediatamente bloccato da PayPal.

Se non avete debiti e problemi di alcun genere da un punto di vista fiscale e la vostra auto non è intestata alla società allora avete trovato il modo geniale e veloce per poter rateizzare anche l’ingente costo del bollo dell’auto.