Batman, la sua Batmobile finisce all’asta: ecco come comprarla

Gli appassionati di pezzi pregiati a quattro ruote avranno pane per i loro denti. Al via un’asta per aggiudicarsi l’auto di Batman.

Chi ama i supereroi non può lasciarsi sfuggire l’occasione. Dal 21 al 29 gennaio Barrett-Jackson organizzerà un’asta a Scottasdale, in Arizona. E tra le proposte figura anche la bellissima e appariscente Batmobile. Non l’originale, però. Bensì una replica dotata di tutti i classici accessori che hanno caratterizzato la macchina dell’Uomo Pipistrello, quindi lanciafiamme e mitragliatrici.

Batman (ANSA)
Batman (ANSA)

La particolarità del veicolo risiede proprio nel fatto che è del tutto identico a quello utilizzato nei film Batman del 1989 e in Batman Returns del 1993.

L’auto di Batman all’asta, i dettagli tecnici

Ma non solo. Sotto la carrozzeria c’è na vera sorpresa. A conferire il moto alle ruote posteriori attraverso un cambio semiautomatico a 4 marce, è un propulsore turboalbero Boeing che solitamente viene montato sugli elicotteri. Questo eroga 370 cv e permette di ottenere prestazioni di tutto rispetto. La velocità massima è infatti di 298 km/h, mentre il passaggio da fermi a 100 km/h viene effettuato di appena 3,9 secondi. Insomma, sarà nata per un personaggio di fantasia, ma non è per nulla un giocattolino.

Unico problema è la sua grandezza. Perfettamente adatta alle strade ampie della futuristica Gotham City, non si addice per nulla a quelle italiane, strette e piene di buche, ma soprattutto con parcheggi minimal.  Per capirci la Batmobile è lunga addirittura 6 metri. E l’unica salvezza per i dossi e dissuasori vari che si incontrano sui comuni percorsi urbani è rappresentata da un dispositivo che permette di sollevarla, così da non rovinare il corpo vettura composto in fibra di vetro.

Il telaio, invece è in acciaio, in modo da resistere agli attacchi esterni. E’ comunque bene specificare che, lanciafiamme e mitragliatrici sono meri oggetti di scena, quindi pur facendo parte dell’equipaggiamento non sono funzionanti. Emettono solamente degli effetti sonori.

Non è stato diffuso un prezzo di partenza. Di certo, trattandosi di un oggetto di culto che non passerà mai di moda, possiamo immaginarci che la cifra finale sarà piuttosto elevata.

Batmobile, cenni di storia

Vediamo Batman al volante della sua auto, sin dalla prima avventura nel fumetto Detective Comics n. 27 del maggio 1939. Inizialmente è una semplice berlina rossa, ma via via viene modificata con l’inserimento delle ben note alette posteriori, una blindatura per incrementarne la protezione e altri dettagli tecnologici per renderla sempre più personale. Dunque, dopo un intenso lavoro di restyling, si trasformerà in un esempio mobile di avanguardia.

Batmobile (ANSA)
Batmobile (ANSA)

Altri ritocchi importanti vennero effettuati in corrispondenza della televisiva dedicata proprio a Batman e in onda dal 1966 al 1968. Il disegno del progettista George Barris fu talmente apprezzato, che la linea dell’automobile venne estesa alla striscia fumettistica.

Il vero boom arrivò tuttavia negli anni ’90. Il personaggio alato diventò fonte d’ispirazione e protagonista di molte storie a fumetti e tv. Motivo per cui ogni artista cercava di sperimentare e aggiungere qualcosa di nuovo alla Batmobile. In alcuni casi si è tramutata in un jet. In altri in un sottomarino. In tempi più recenti, in Batman e Robin (2009-2011), la si renderà in grado di volare e perfino decollare in verticale.