MotoGP, Lin Jarvis sulla nuova Yamaha: ecco gli obiettivi dei giapponesi

La Yamaha ha svelato nella notte italiana la nuova M1 con la quale vuole tornare al top della MotoGP. Il boss Lin Jarvis la presenta.

La MotoGP si tuffa nel 2023 con la prima presentazione ufficiale della stagione, andata in scena nella notte italiana in quel di Jakarta. La Yamaha ha svelato al mondo la livrea della nuova M1, le cui forme definitive le scopriremo soltanto ai test in Malesia che si terranno tra qualche settimana sulla pista di Sepang.

MotoGP Lin Jarvis Yamaha (ANSA)
MotoGP Lin Jarvis Yamaha presenta la nuova M1 (ANSA)

Non potevano mancare all’evento i due rider ufficiali, ovvero Fabio Quartararo e Franco Morbidelli, così come il big boss Lin Jarvis, tutti speranzosi di poter riavere tra le mani un mezzo che sia competitivo dopo una stagione molto difficile. “El Diablo”, a causa della crisi tecnica che ha colpito la casa di Iwata lo scorso anno, non è riuscito a difendere il titolo mondiale della MotoGP, ritrovandosi costretto a cedere il passo alla Ducati di Pecco Bagnaia.

Il 2023 dovrà essere molto diverso, altrimenti le cose potrebbero cambiare in chiave futura. Prima di tutto, la Yamaha aveva bisogno di un grosso passo in avanti sul fronte della potenza massima, e per questo è stato ingaggiato l’ex motorista della Ferrari, vale a dire l’ingegner Luca Marmorini.

Se i risultati auspicati sono stati raggiunti ce lo dirà soltanto la pista, ed è normale che va anche considerato un altro aspetto. La Yamaha può aver lavorato moltissimo ed anche in maniera egregia, ma gli altri non saranno di certo stati con le mani in mano. Per battere la Ducati servirà qualcosa di speciale, visto il livello tecnico raggiunto dalla casa di Borgo Panigale negli ultimi anni.

MotoGP, ecco le parole di Lin Jarvis sulla nuova Yamaha

La MotoGP targata 2023 inizia a scaldare i motori, con la Yamaha che ha tolto i veli alla nuova M1, incaricata di dare la caccia al titolo mondiale nel 2023. La presentazione è avvenuta in quel di Jakarta, capitale dell’Indonesia, nella notte italiana, alla presenza dei piloti ufficiali, Fabio Quartararo e Franco Morbidelli.

Insieme a loro, non poteva mancare il team manager Lin Jarvis, da ormai tantissimi anni al timone del team factory della casa di Iwata e che ha le idee chiare sulla nuova stagione: “Lo scorso anno, la nostra squadra ha vinto diverse gare, affrontando delle sfide di altissimo livello. Se devo dire uno dei momenti più importanti, non possono non menzionare il prolungamento del nostro accordo con la Monster Energy Company a Barcellona, nell’appuntamento di Catalogna dove Fabio ha vinto una splendida corsa“.

Jarvis ha poi aggiunto: “Questo sarà il nostro undicesimo anno con Monster come title sponsor e vogliamo fare bene. Questo grande traguardo raggiunto insieme meritava una livrea rivista ed un inizio diverso dal passato, che si potesse adattare meglio ai nostri obiettivi di tipologia militare nella rincorsa al titolo targato 2023 della MotoGP. Anche la squadra MX della Yamaha e quello di Supercross adotteranno questa colorazione, ma siamo anche molto grati a tutti gli altri nostri sponsor“.

Jarvis non si è sbilanciato molto riguardo alla nuova moto, preferendo concentrare le attenzioni sul ringraziamento degli sponsor. Al momento, infatti, risulta molto complicato dire dove si trovi la M1, seppur molto rivista soprattutto nella parte del motore. Dando un’occhiata alle foto che sono state diffuse, è difficile parlare di qualche rivoluzione sul fronte aerodinamico, visto che le forme sono molto simili allo scorso anno.

La motivazione è molto chiara, e sta nel fatto che le squadre non rivelano le loro moto vere e proprie almeno fino ai test, che scatteranno in Malesia tra meno di un mese, sulla pista di Sepang. Solo lì inizieremo a capire il reale valore del lavoro svolto dalle squadre, ma è chiaro che la prima presentazione dell’anno fa sempre effetto nei tifosi.

Il prossimo unveil è fissato per il 21 di gennaio, e si tratterà del team Gresini Racing, con il quale correranno Alex Marquez e Fabio Di Giannantonio su Ducati. Il team factory della casa di Borgo Panigale si svelerà tra il 23 ed il 24 di gennaio, tra una settimana esatta, a Madonna di Campiglio, mentre per vedere la Honda HRC in livrea ufficiale dovremo attendere il 25 di febbraio, addirittura in seguito ai test malesi.

Ancora da comunicare la data di presentazione di Aprilia, Honda LCR e Mooney VR46 Racing Team, mentre Pramac toglierà i veli alla nuova moto il 25 di gennaio. Il giorno dopo toccherà al team factory della KTM, mentre il GasGas si presenterà ufficialmente il 4 marzo. L’ultimo a farlo sarà il team RNF di Aprilia, che non mostrereà i proprio coloro prima dell’ancora lontano 16 marzo.