Red Bull, arriva un nuovo talento: è il figlio di un rivale di Schumacher

L’Academy Red Bull accoglierà un nuovo talento in questa stagione. La squadra con sede a Milton Keynes ha scelto il figlio di un asso delle quattro ruote.

La Red Bull Racing pensa al futuro con l’acquisizione di tanti giovani che rappresenteranno il futuro del team. Solo i migliori riescono ad arrivare in F1 e a sedersi nell’abitacolo della scuderia campione del mondo. Inseguendo le orme di Sebastian Vettel e Max Verstappen, tanti ragazzi sognano di poter arrivare ai vertici della categoria regina del Motorsport.

Michael Schumacher e Red Bull (AdobeStock e ANSA)
Michael Schumacher e Red Bull (AdobeStock e ANSA)

Nell’universo delle Academy la RB è, sicuramente, una delle migliori. Al di là del metodo, spietato secondo alcuni, la squadra austriaca è riuscita a vincere sei titoli piloti con ragazzi cresciuti nella “scuola”, sotto l’occhio vigile del consulente Helmut Marko. Quest’ultimo ha sempre puntato sui migliori, ma una occasione l’hanno avuta in tanti. Nel dopo Vettel, il team ha sperimentato Ricciardo, Kvjat, Gasly, Albon, oltre al figlio d’arte di Jos. Nessuno è stato in grado di stare al livello di Verstappen sul lungo periodo. A quel punto Marko ha deciso, insieme agli altri uomini al vertice del team, di puntare tutto sull’esperienza di Sergio Perez.

Dopo aver sfiorato il titolo costruttori nel 2021, la squadra ha celebrato il quinto riconoscimento iridato dei team nella loro storia. Max Verstappen, invece, ha vinto due mondiali di fila. Dopo aver sudato tantissimo nella sfida a Lewis Hamilton, nel 2022 ha conquistato 15 successi, oltre a 2 Sprint Race. La Red Bull Racing è diventato il “place to be” per qualsiasi driver che sogna di lottare per il titolo mondiale. Al di là dell’organizzazione gestionale della squadra, a Milton Keynes vi sono i tecnici più forti sulla piazza. Comandati dal progettista più vincente della storia della F1, Adrian Newey, gli ingegneri hanno elaborato un’auto ad effetto suolo da sogno.

La Red Bull Racing ha tutto per aprire un ciclo di vittorie nei prossimi anni. Dai meccanici agli strateghi, ogni elemento è il top. Per quanto concerne i piloti, la squadra può fare affidamento già su due giovani dalle belle speranze. Nyck De Vries ha vinto il campionato di F2 e il mondiale di Formula E e, nel 2023, debutterà in AlphaTauri al posto di Pierre Gasly. Yuki Tsunoda è già una certezza del team con sede a Faenza. Nelle categorie minori l’Academy può contare su Dennis Hauger, Jonny Edgar, Jehan Daruvala, Liam Lawson, Jak Crawford, Ayumu Iwasa, Arvid Lindblad, Isack Hadjar, Souta Arao, Noel León, Ren Sato, Yuto Nomura, Enzo Fittipaldi, Zane Maloney e Enzo Tarnvanichkul. Sono il meglio del meglio su piazza.

New entry nell’universo Red Bull

Nel 2023 l’Academy avrà un nuovo membro. Sebastian Montoya, figlio della leggenda colombiana Juan Pablo, farà un salto di qualità notevole. Il giovane ha iniziato la sua carriera agonistica nel karting nel 2013, gareggiando nella classe Rotax Micro Max del Florida Winter Tour ad appena otto anni. Si è fatto le ossa per quattro anni nella serie, raggiungendo la quinta piazza nel 2016. Il figlio di Juan Pablo Montoya è volato poi in Europa per battagliare nel CIK-FIA Karting European Championship nel 2017.

Dopo aver vinto due volte il campionato del mondo di karting e tre volte il campionato europeo, Sebastian si è sentito pronto per esordire nel campionato Adac F4 con Prema Powerteam. Montoya ha firmato con Prema anche per la stagione 2021, tornando alla serie F4 italiana e tedesca. Ha ottenuto buoni risultati, andando a podio in diverse gare. Dopo aver preso parte al campionato asiatico di Formula Region con il Mumbai Falcons India Racing, è passato al Campionato Europeo di Formula Regional 2022 con Prema Racing.

Nel 2023 farà parte del team Hitech, ma avrà l’appoggio ufficiale della Red Bull. Attraverso i propri canali social, Montoya ha dato la buona notizia ai suoi fan. “Sono entusiasta di annunciare che da ora sono parte del Red Bull Junior Team. L’anno scorso sono diventato parte degli atleti del brand, ora lavoreremo insieme per l’obiettivo finale: la Formula 1”, ha annunciato il diciassettenne su Instagram.

Il padre del colombiano ha scritto pagine importanti nella categoria regina del Motorsport, sfidando con il coltello tra i denti il Kaiser Schumacher. Sebastian, proprio come Mick, sogna di arrivare un giorno a gareggiare nella massima categoria del Motorsport.

Max Verstappen addio alla F1? Ha già una proposta per il futuro. Date una occhiata anche al seguente articolo: Ferrari, doccia fredda per Mattia Binotto: arriva un pesante divieto in F1. Nel 2023 vivrà il primo anno di esperienza come parte del Red Bull Junior Team. Inutile dire che il colombiano è entusiasta dell’opportunità ricevuta. Cercherà di raggiungere il massimo risultato possibile in pista per convincere Helmut Marko a puntare su di lui per un futuro passaggio in Formula 1.