F1, altro smacco per Leclerc e la Ferrari: il dato che non ti aspetti

Lewis Hamilton e Charles Leclerc saranno due grandi protagonisti del prossimo Mondiale, ma c’è un dato che sorprende alla vigilia.

Il Mondiale del 2023 sarà sicuramente uno dei più interessanti degli ultimi anni, perché con tutta probabilità avremo modo di poter vedere tre Scuderie in lotta per il titolo, un qualcosa che non accade addirittura dal 2010, con Lewis Hamilton e Charles Leclerc che vogliono spodestare Max Verstappen.

F1 (ANSA)
F1 (ANSA)

Sicuramente il britannico e il monegasco sono i due principali rivali dell’olandese, con l’esperienza dell’uno e la voglia di entrare nell’albo d’oro che li portano a essere dei seri candidati per la vittoria finale.

Ovviamente molto dipenderà anche da come Mercedes e Ferrari miglioreranno le rispettive vetture perché un grande pilota ha sempre bisogno di una grande macchina per poter vincere.

Mancano ancora tante settimane prima dell’inizio del Mondiale di F1, con la Red Bull che sicuramente ha dalla propria parte i favori del pronostico e con Verstappen che secondo le quote della Snai è ancora nettamente il favorito.

Super Max infatti viene valutato a 1,75 per il suo tris iridato, decisamente una quotazione molto bassa e che fa capire come la Red Bull sarà anche nel prossimo anno la Scuderia da battere, ma attenzione a chi c’è al secondo posto.

Il noto sito di scommesse ritiene che il finale di stagione del 2022 abbia elevato e non poco il livello della Mercedes, con la casa di Stoccarda che dunque ha superato la Ferrari e la differenza tra Hamilton e Leclerc è sensibile.

Il sette volte campione del mondo viene infatti valutato con una quotazione di 3,50 mentre il monegasco solamente di 5,50 e stando dunque a questi numeri risulta molto complicato poter immaginare una Ferrari campione a fine anno.

Hamilton meglio di Leclerc: le scommesse non hanno dubbi

La superiorità della Mercedes sulla carta dovrebbe essere evidente e lo mette in risalto ancora di più anche il dato che vede come vincenti i due secondi piloti.

George Russell è sicuramente un pilota superiore rispetto a Carlos Sainz, lo ha fatto vedere ampiamente l’anno scorso e di sicuro se dovesse averne le occasioni giuste cercherà in tutti i modi di spodestare Hamilton dal ruolo di prima guida.

Lo spagnolo dal canto suo non ha mai accettato di buon grado il fatto che Leclerc venisse considerato come il primo pilota della Ferrari e il fatto che ci sia una differenza così abissale nelle quotazioni dei due fa capire come la differenza la farà la monoposto.

Russell infatti viene pagato 7,50 la posta nel momento in cui si dovesse scommettere su una sua possibile vittoria del Mondiale, mentre le possibilità di Sainz sono praticamente pari allo zero dato che viene valutato ben 20 volte la giocata iniziale.

Non si può nemmeno prendere in considerazione come dato interessante il fatto che Perez venga quotato a 25, perché in casa Red Bull non c’è davvero il benché minimo dubbio su chi sia la prima guida e il messicano sa già che non lotterà di certo per la vittoria.

A preoccupare la Ferrari e i suoi tifosi dunque ci sono le scommesse che sembrano vedere nettamente favorita la Mercedes e dunque il rischio di vedere il Cavallino come terza forza si fa purtroppo concreto, ma saranno i test a dare le prime valutazioni e soprattutto saranno le gare a dire la verità su Lewis Hamilton, Charles Leclerc e gli altri campioni.