Perché i piloti di F1 vengono pesati a fine gara? Ecco il motivo

I piloti di F1 sono degli atleti strepitosi, ed il loro fisico viene tenuto sempre sotto controllo. Ecco perché si pesano dopo le sessioni.

La F1 è uno sport che mette a durissima prova il fisico dei piloti, che ormai sono diventati dei veri e propri atleti, esattamente come nell’atletica, nel calcio, nel basket ed in qualsiasi altra specialità. Il primo ad introdurre un allenamento ferreo nel Circus fu Ayrton Senna, a cavallo tra gli anni Ottanta e Novanta del secolo scorso.

F1 (ANSA)
F1 (ANSA)

In seguito, tutti i colleghi lo hanno imitato, e per poter domare una monoposto di F1 oggi è impossibile non essere ben allenato. Infatti, nell’ultimo ventennio, le vetture sono diventate sempre più veloci, soprattutto in curva, portando il fisico ad essere sottoposto ad impressionanti forze laterali.

Non è un caso, a questo proposito, che la parte del corpo più allenata debba essere il collo, ma anche le braccia non possono essere da meno. Alcune gare sono molto più massacranti di altre, come quelle in notturna sulle piste asiatiche come Singapore, dove alle temperature altissime si aggiunge anche un’umidità da incubo.

La vita dei nostri eroi è fatta di continui allenamenti, come durissime sedute in palestra o corse che sfinirebbero chiunque. Ognuno di loro ha un preparatore atletico che ne gestisce la dieta e la forma fisica, con allenamenti che variano a seconda della gara da svolgere o anche in base al periodo dell’anno.

F1, ecco perché i piloti si pesano dopo le sessioni

Gli appassionati di F1 avranno sicuramente notato che i piloti vengono pesati alla fine delle sessioni ufficiali, ovvero qualifiche e gara. Se qualcuno di loro non si reca sulla bilancia, viene squalificato seduta stante. Per chi non lo sapesse, è lecito porsi la domanda sul motivo per cui i piloti vengono sottoposti al peso, ed oggi ve lo andremo a spiegare.

Prima di tutto, si pesano per capire quanti chili hanno perso durante la gara, e se risulta una differenza troppo evidente con le fasi precedenti all’evento, vengono mandati al centro medico per dei controlli. In secundis, questa procedura viene attuata dalla FIA sia per i piloti che per le auto, ed il peso è uno dei tanti check previsti dai commissari per far sì che tutti rispettino i regolamenti.

I più attenti avranno notato che la fase di pesatura avviene subito dopo l’uscita dalla vettura, con il pilota che deve aver indosso tuta, casco, guanti e scarpe, esattamente gli stessi indumenti che indossa quando è al volante, senza alcuna distinzione. Le regole della F1 sono molto precise e ferree da questo punto di vista, ed il peso è uno di quegli elementi su cui gli stewards sono più rigidi.

Come detto, in precedenza, il motivo principale è la sicurezza, perché in alcune piste c’è il serio rischio di perdere anche 4-5 kg in una singola gara, come sovente avviene a Singapore ed in passato in Malesia. La Federazione Internazionale vuole evitare il ripetersi di episodi come quello che vide coinvolto Nigel Mansell a Dallas nel 1984, con il pilota che svenne mentre stava spingendo la sua Lotus oltre la linea del traguardo. La sicurezza, in questi anni, ha raggiunto livelli eccellenti sotto tutti i punti di vista.