Ferrari F40 torna rivisitata? Guardate che spettacolo (VIDEO)

Tra le auto passate alla storia in casa Ferrari c’è di sicuro la F40, che oggi è tornata a vivere (ma solo come rendering) grazie all’opera di un noto designer.

Il mercato dell’auto è in pieno subbuglio visto che tutte le case stanno accelerando in maniera decisa verso l’elettrico, anticipando così la data del 2035, quando nella UE non sarà più permessa la vendita di auto a benzina e diesel, insomma con motorizzazioni termiche. Ma mentre le vendite e i fatturati un po’ per tutti sono in aumento, il 2022 non è stato un granché dal punto di vista della Borsa. Infatti tutte le maggiori case hanno subìto un crollo generalizzato che segue un 2021 caratterizzato da una crescita significativa. A pesare sull’andamento delle azioni l’incertezza economica legata alla crisi energetica ed alla guerra in Ucraina ma anche i problemi con la crisi dei chip che sta continuando a rallentare la produzione di diverse aziende. Ma la crisi sembra non aver inciso solo su pochi marchi, compreso quello Ferrari.

Ferrari (AdobeStock)
Ferrari (AdobeStock)

La casa di Maranello continua a macinare record, con un costante aumento delle vendite. A trascinare negli ultimi mesi il marchio italiano è stato l’esordio della Purosangue, il primo SUV del Cavallino rampante che in pratica in pochissimo tempo è già sold out per i prossimi due anni.

E tutto procede per il meglio anche in ambito sportivo. Se in F1 nel 2022 è continuata la crescita, con la Scuderia che è stata capace di chiudere con due titoli di vicecampione del mondo, la grande novità è stata rappresentata dall’esordio della Ferrari 499P, il prototipo con il quale il Cavallino tornerà l’anno prossimo a correre nella classe regina del Campionato mondiale di durata (FIA WEC).

C’è da dire però che la Ferrari ha deciso da tempo di puntare sul mercato anche a progetti destinati a un pubblico molto limitato, che prevedono la creazione di auto one-off che richiamano la storia della casa di Maranello, riprendendo nello stile alcune delle celebri auto prodotte nel passato ma riviste in chiave moderna, se non futurista. Tra le ultime c’è la SP48 Unica, partorita dalla divisione Progetti Speciali. Ma è solo una di una lunga serie già prodotte dalla Rossa. Altre sono già in via di programmazione, ma i fan del marchio sognano costantemente alcuni modelli particolari.

Ferrari, così rivive la F40

C’è da dire infatti che alcune vetture di Maranello ancora oggi, in epoca di auto super tecnologiche, fanno ancora battere il cuore di molti appassionati. Non solo perché le loro linee sono ancora attuali, ma anche perché rimangono degli esempi imbattibili di sportività ed eleganza. Degli oggetti non replicabili per la loro bellezza, ma che possono quantomeno essere di ispirazione per nuove auto. Una di queste è senz’altro la Ferrari F40. Virtuale erede della 288 GTO Evoluzione, fu costruita tra il 1987 e il 1998 dopo uno studio della Pininfarina condotto da Aldo Brovarone e Leonardo Fioravanti, sotto la guida di Nicola Materazzi, che invece che progettò motore, cambio e altre parti meccaniche della vettura, oltre a Pietro Camardella.

Nata per celebrare i primi quarant’anni di attività sportiva della casa automobilistica modenese, la F40 fu la prima auto stradale nella storia Ferrari a essere costruita con svariati materiali compositi come il kevlar per il telaio, le fibre di vetro per la carrozzeria, resine aeronautiche per i serbatoi e il plexiglas per i finestrini laterali. In più, al momento della sua presentazione, fu l’auto stradale più veloce mai costruita con i suoi 324 km/h dichiarati. Ma è stata anche l’ultima Rossa dotata di motore turbocompresso e costruita sotto la supervisione di Enzo Ferrari.

Oggi un appassionato di supercar e designer, che sui social ha spesso mostrato i suoi rendering moderni di alcuni pezzi di storia dell’auto, ha deciso di rivedere proprio la Ferrari F40 alla luce delle attuali tecnologie. Si tratta di Rostislav Prokop, che per rendere omaggio a una delle auto più belle di sempre della Rossa e non solo, ha studiato un modello davvero dal grosso impatto. A prima vista emerge di questa F40 2022 il giusto mix fra le ultime fuoriserie uscite da Maranello e lo stile della storica Rossa del 40esimo anniversario. Balza subito agli occhi la vistosa coda posteriore, proprio in chiave anni ’80 ma che richiama la sorella, la F50. Le linee sono molto morbide, cosa che non aveva la F40, inoltre non mancano le prese d’aria, altro tratto distintivo di quel modello. Spettacolare poi sul retro i tre scarichi centrali, che danno ancor di più un aspetto brutale a questa auto da corsa.