Esiste un’Audi Skysphere di legno? Ecco cosa si sono inventati (VIDEO)

Dalla fredda lamiera al caldo legno. L’incredibile opera d’arte di un uomo che ha riprodotto una Audi Skysphere per un motivo speciale.

La peculiarità della Audi Skysphere risiede nella sua capacità di trasformarsi in rodaster o berlina a seconda delle esigenze. Inoltre, per merito della guida autonoma di quarto livello, rappresenta un passo avanti importante in termini di sviluppo del Sistema Avanzato di Assistenza alla Guida.

Insomma, una vettura all’avanguardia è dire poco. Ma quello che ci mostra un video YouTube dal nome “ND – Woodworking Art”, va davvero oltre.

Audi (Ansa Foto)
Il logo Audi (Ansa Foto)

L’Audi Skysphere diventa di legno: ecco come

A scatenare la fantasia di un uomo asiatico è stata la figlioletta, evidentemente appassionata della velocità. E’ proprio per lei che ha deciso di investire parecchio tempo per riprodurre, l’avveniristica auto della Casa dei quattro cerchi utilizzando dei ritagli di legname.

Con grande maestria, il falegname per l’occasione, ha creato un pianale e da lì è partito con l’intera costruzione. Ogni piccolo dettaglio dei veicolo è stato riprodotto in legno. Volendo fare le cose sul serio, l’artista ha acquistato un motore elettrico e lo ha inserito sull’asse posteriore, così da rendere quella bellezza anche funzionante.

La potenza, ovviamente è ben lontana dai 632 cv e 750 Nm di coppia originali, ma la macchina si muove e anche bene. Il particolare più affascinante però, non riguarda il propulsore, bensì le ruote, in legno come il resto. E con la presenza di gomma solamente al centro del battistrada, per evitare l’usura immediata.

Con la foto del modello di Ingolstadt davanti, l’autore ha completato l’autovettura in ben 75 giorni. Un lavoro di cesello, che ha richiesto tanta pazienza manualità e precisione. Per il momento si tratta di un unicum per far felice la sua bambina. Ma non è detto che Audi stessa in futuro non possa chiedergli di dare vita a nuovi esemplari. Ciò che è certo, è che se dovesse essere, i destinatari potranno essere soltanto benestanti. Trattandosi di pura arte artigiana, i costi saranno molto elevati.

Vetture in legno, i precedenti

In realtà le auto in questo materiale non sono una primizia. La Morgan Motor Company è da tempo impegnata in queste preziose composizioni.

L’azienda britannica ha debuttato nel 1910. Inizialmente specializzata nella realizzazione di veicolo a tre ruote, decise di diventare pioniera della modernità, investendo in materiali e costruzioni uniche. Ma nel  1935, a causa della crisi economica, fu costretta ad adeguarsi alle richieste del mercato, aggiungendo una ruota.

Passato il momento buio, e uscito il Paese dalla stretta finanziaria, il marchio optò per tornare sui propri passi e riprendere lo spirito di inventiva e unicità che lo aveva identificato prima. E così fece qualcosa che lasciò tutti a bocca aperta. Prese dei modelli noti e cominciò a riprodurli in legno, rendendoli quasi dei pezzi da museo.

Oggi la compagnia, attualmente nelle mani del gruppo italiano Investindustrial, si occupa in prevalenza di veicoli sportivi dal carattere antico. Nella fattispecie lavora in legno i telai di tre tipi di torpedo, la Super 3, la PlusFour e la PlusSix. La prima, ha un valore di 40.000 euro e può raggiungere una velocità massima di 130 km. La seconda ha un prezzo base di 77.300 euro e si spinge fino a 240 km/h. La terza, invece prevede una spesa di 101.000 euro per una top speed di 267 km/h.