Fernando Alonso, colpo di scena: la FIA cambia tutto

La FIA ha preso una decisione che ha cambiato il piazzamento di Alonso nella gara di F1 ad Austin: c’è l’annuncio ufficiale.

Uno dei grandi protagonisti del Gran Premio degli Stati Uniti di Formula 1 è stato senza dubbio Fernando Alonso. Partito quattordicesimo a causa di una penalità, il due volte campione del mondo aveva rimontato delle posizioni e poi è stato coinvolto in uno spaventoso incidente con Lance Stroll. Qualcuno si sarebbe ritirato dopo quell’episodio, ma non lui.

Fernando Alonso (Ansa Foto)
Fernando Alonso (Ansa Foto)

Nonostante l’impatto forte, la sua Alpine è stata in grado di tornare in gara dopo il pit-stop e lo spagnolo è stato fantastico nel riuscire a recuperare fino alla settima posizione. Un risultato straordinario e che era difficile immaginare dopo lo scontro con l’Aston Martin.

Tuttavia, dopo la corsa è arrivata la notizia della penalità da 30 secondi inflitta al pilota per aver corso con una macchina in condizioni non sicura (a un certo punto si è staccato lo specchietto destro) dopo l’incidente. Così è scivolato da settimo a quindicesimo nella classifica finale ad Austin. Era stata la Haas a fare ricorso. La FIA aveva deciso così, ma la Alpine non ha affatto accettato tale verdetto.

La scuderia di Enstone ha fatto sapere che il delegato tecnico della Federazione aveva ritenuto la macchina legale. Non a caso non c’era stata poi alcuna esposizione della bandiera nera e arancione, tipica di quando in pista ci sono vetture non sicure e che devono rientrare al box. Inoltre, la Haas aveva sporto reclamo 24 minuti dopo il termine, quindi in ritardo. Per regolamento, va presentato entro 30 minuti dalla bandiera a scacchi.

F1 GP Austin 2022: Fernando Alonso può esultare

L’Alpine ha fatto appello per ottenere che le penalità venisse annullata, in virtù delle argomentazioni presentate. I commissari hanno analizzato tutto e hanno dato ragione al team anglo-francese, dovendo constatare che effettivamente la Haas ha presentato la propria protesta oltre il tempo limite.

In questo modo, viene ripristinato il settimo posto che Alonso aveva conquistato ad Austin. Tale piazzamento è molto utile anche all’Alpine per la classifica costruttori, dove è quarta, ma adesso sale a +11 sulla McLaren.

La scuderia di Enstone ha accolto con soddisfazione il provvedimento: “Il team BWT Alpine F1 ringrazia gli steward della FIA per essersi riuniti e per aver raggiunto una conclusione positiva sulla questione che ha coinvolto la vettura n. 14 nel Gran Premio degli Stati Uniti dello scorso fine settimana. Il team accoglie con favore la decisione presa dai suddetti commissari, ripristinando il settimo posto finale e i sei punti dalla gara. Non vediamo l’ora di continuare il nostro lavoro di collaborazione a fianco della FIA per garantire che lo spettacolo delle corse sia mantenuto alla massima qualità. La squadra ora non vede l’ora di gareggiare questo fine settimana al Gran Premio di Città del Messico”.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, pensioni, bonus, invalidità - 104 e news