MotoGP, Tardozzi è stanco ed attacca: sentite cosa dice su Bagnaia

Bagnaia primo in classifica MotoGP, ma c’è chi cerca di ridimensionare i suoi risultati: Tardozzi non ci sta e difende il pilota Ducati.

Manca una sola gara alla fine del campionato MotoGP 2022 e Francesco Bagnaia è veramente a un passo dal laurearsi campione del mondo. I 23 punti di vantaggio su Fabio Quartararo sono tanti e solamente un miracolo può consentire al pilota Yamaha di confermarsi il numero 1 della categoria.

Pecco Bagnaia (Ansa Foto)
Pecco Bagnaia (Ansa Foto)

A Pecco basta arrivare quattordicesimo nel caso in cui il francese dovesse vincere il gran premio in Spagna. In tal caso, infatti, i due sarebbero appaiati nella classifica generale e sarebbe il ducatista a spuntarla grazie al maggior numero di vittorie stagionali. Sembra tutto apparecchiato per il suo successo finale.

Presso il circuito Ricardo Tormo dovrebbe essere presente anche Valentino Rossi, che spera di festeggiare il primo pilota della VR46 Riders Academy ad aggiudicarsi la corona iridata della MotoGP. Bagnaia non vorrà certamente deludere il suo “mentore” e amico.

Ducati MotoGP, Tardozzi torna a difendere Bagnaia

Bagnaia si sta meritando il primato nella classifica MotoGP e anche il titolo. Aver rimontato 91 punti dopo il ritiro al Sachsenring è qualcosa di storico. Ora deve completare l’opera a Valencia.

Purtroppo, anche se dovesse vincere il mondiale, non mancherà chi cercherà di sminuirlo affermando che è stato favorito da presunti giochi di squadra orchestrati dalla Ducati. Di questo tema si parla, anche troppo, da diversi gran premi. I vertici di Borgo Panigale hanno spiegato qual è la direttiva data a tutti i piloti ducatisti: non prendere rischi inutili, non danneggiare né Pecco, usare la testa nelle varie situazioni e lottare in maniera pulita.

Qualcuno ritiene che Enea Bastianini, ad esempio, a Sepang non abbia voluto attaccare il collega. Ha smentito lui stesso di non aver fatto alcun regalo a Bagnaia, eppure le sue parole non hanno convinto tutti. Davide Tardozzi dopo la gara ha ribadito la posizione di Ducati. Non gli va giù vedere il suo pilota sminuito.

Dopo lo “sfogo” a Sky Sport MotoGP, il team manager ducatista ha parlato pure ai microfoni degli spagnoli di AS: “Bagnaia ha dimostrato di essere un campione. Ha vinto sette gare quest’anno, più quattro delle ultime sei nel 2021. Ma sui social network e sui media lo sminuiscono ancora. Come si fa a dire che non è un campione? Anche a Sepang ha dimostrato forza mentale. Il suo potenziale gli deve essere riconosciuto. Tanti hanno la sua moto, ma è lui ad essere davanti. Cos’altro deve fare?“.

Tardozzi non gradisce il modo con cui viene trattato Pecco e ripete ancora una volta che i rider della Ducati non hanno l’ordine di scansarsi quando c’è lui: “Chiediamo solo attenzione, di non rischiare con sorpassi azzardati. Bagnaia e Bastianini a Sepang si sono sorpassati senza problemi, ciò dimostra che non c’erano ordini. Avremmo potuto mettere P2 sulla tabella di Enea e non lo abbiamo fatto“.