Flavio Briatore contro la FIA: l’attacco dell’ex team principal

Briatore ha commentato l’ultimo GP di Singapore e le ultime vicende riguardanti la F1: ci fa giù pesante.

Il recente fine settimana di Formula 1 a Singapore è stato caratterizzato da molte discussioni. Prima c’è stato il caso del budget cap 2021 che non sarebbe stato rispettato da Red Bull e Aston Martin, poi la penalità a Sergio Perez arrivata solo dopo la gara e che ha mantenuto intatta la sua vittoria.

Flavio Briatore (Ansa Foto)
Flavio Briatore (Ansa Foto)

Per quanto concerne la prima vicenda, la FIA sta studiando in maniera approfondita tutto e nella giornata di mercoledì dovrebbe emettere un verdetto. Le due scuderie nel mirino possono andare incontro a delle sanzioni, nel caso in cui venisse accertato che hanno sforato il tetto di spesa stabilito dal regolamento.

Sarà interessante vedere, eventualmente, che tipo di penalità verranno comminate. In teoria, ci sarebbe anche il rischio di veder riassegnato il titolo mondiale di F1 2021 se alla Red Bull venissero tolti dei punti nella classifica piloti, con Max Verstappen beffato a favore di Lewis Hamilton. Non rimane che attendere.

F1 GP Singapore: le considerazioni di Flavio Briatore

Flavio Briatore, intervistato da LaPresse, si è così espresso sul tema budget cap: “Per abbassare i costi bisogna intervenire sui regolamenti. Ad esempio, il fondo di una macchina e il cambio devono essere uguali per tutti. Allora così si abbassano i costi, agire solo a livello finanziario diventa complicato da controllare“.

L’ex team principal ha detto la sua opinione anche su quanto avvenuto nel finale della gara di F1 a Singapore, con Perez punito solo tempo dopo la fine e in modo tale che non perdesse il successo conquistato in pista: “Se fossi stato io in Ferrari, avrei spaccato il computer. Quanto fatto ieri non fa bene allo sport e allo spettacolo. C’è stato anche il podio, la Ferrari avrebbe potuto vincere dopo due ore. Non esiste. Più facile decidere con Leclerc a 7″? Assolutamente, ma se avessero deciso subito magari Charles avrebbe fatto una gara differente“.

Il pilota della Red Bull ha ricevuto 5 secondi di penalità, quindi Leclerc non è riuscito a prendersi la vittoria visto che ha accusato un gap maggiore al traguardo. Il fatto che sia stato deciso tutto a distanza dalla bandiera a scacchi non è il massimo, perché lascia in sospeso il risultato finale.

Briatore si è scagliato contro la FIA facendo delle critiche pesanti: “C’è della gente inadeguata. In ogni gara abbiamo un problema. Se c’era stata un’infrazione perché aspettare delle ore quando con tutta la parte tecnica a cui attingere si può decidere in un minuto? Non è colpa della F1 ma della FIA, bisogna assolutamente cambiare. Si può rovinare una gara, lo spettacolo e incidere sul mondiale. È necessario avvalersi di persone giuste e adatte, dei professionisti. La Federazione deve essere all’altezza della Formula 1“.

Il noto imprenditore ritiene fondamentale che avvengano dei cambiamenti all’interno della Federazione. Non gli piace come la F1 viene gestita attualmente e spera che i vertici intervengano per migliorare la situazione per il futuro.