Marc Marquez, consigli per vincere il titolo: ecco chi vuole aiutare

Aleix Espargarò ha sprecato una ghiotta occasione a Motegi: alcuni consigli utili da parte dell’otto volte iridato Marc Marquez.

A Motegi Aprilia ed Aleix Espargarò hanno perso una ghiotta occasione per rifarsi sotto in classifica. Prima del GP del Giappone il pilota di Granollers era distante 17 punti dal leader di classifica Fabio Quartararo, al termine del round giapponese sono 25 le lunghezze, quando mancano 4 gare alla fine del campionato 2022. Un errore ai box lo costringe a rientrare durante il giro di riscaldamento per salire sulla seconda moto, ma a disposizione c’era solo una gomma soft al posteriore.

Marc Marquez (ANSA)
Marc Marquez (ANSA)

L’errore umano può starci sempre e comunque, ma a cinque GP dalla fine è difficile da metabolizzare. Massimo Rivola ha assicurato un meeting interno per evitare che simili errori possano ripetersi, ma adesso l’occasione è sfumata. Al Twin Ring Aleix Espargarò aveva il passo per puntare al podio e persino alla vittoria, sarebbero stati punti fondamentali per la corsa al titolo mondiale. Un tecnico ha lasciato collegata la mappa ECO Lap che viene messa per risparmiare benzina nel warm up lap e, quando è uscito dalla pit lane, la sua RS-GP22 non ha superato i 5.000 giri o gli 80 all’ora.

Marc Marquez esperto di titoli iridati

Con 25 punti di distacco dalla leadershp in Thailandia non sarà possibile fare nessun calcolo ai box Aprilia. Il podio è un obiettivo da centrare ad ogni costo per continuare a sognare. Una sfida difficile per il pilota spagnolo che però riceve qualche consiglio utile dal suo connazionale Marc Marquez: “Puoi prenderla in due modi. Il primo è arrendersi, cosa che non credo faccia al caso di Aleix, l’altro è quello di far esplodere quella rabbia dentro, quella scarica di adrenalina di un pilota ambizioso e dare il massimo in Thailandia. Almeno io reagirei così. E penso che Aleix lo farà, perché è un grande pilota”.

Qualcosa di simile è accaduto a Marc Marquez nella sua prima stagione in classe regina, nel 2013, quando ha vinto il suo primo titolo MotoGP. Allora in Australia gli fu sventolata bandiera nera a causa di un errore della sua squadra: “Questo non mi ha impedito di vincere il Mondiale .Sì, per lui è più complicato, certo, ma quello che ha fatto finora non è un caso e può farlo di nuovo. Non è lontano”.

Parole che arriveranno al pilota di Granollers, in viaggio verso il Buriram dove si correrà tra pochi giorni, non prima di avere smaltito l’amarezza del GP di Motegi. “Speriamo che si rialzi e ci dia un bello spettacolo – ha commentato Marc Marquez al giornale spagnolo ‘AS’ -. Proverò a godermelo da vicino”.