F1 FP1 Monza: la Ferrari comincia subito alla grande

Si è concluso il primo turno di prove libere sullo storico tracciato di Monza di F1. Subito una Ferrari in grande spolvero. 

Poco meno di una settimana fa Max Verstappen  mandava in visibilio i suoi connazionali con una prova monstre davanti al pubblico di Zandvoort trasformatosi in una vera  e propria marea arancione. La solidità della sua prestazione ha fatto sì che un altro mattoncino si sommasse a quelli già presenti per quanto riguarda la costruzione del suo secondo titolo iridato.

Charles Leclerc, ferrari (Ansa Foto)
Charles Leclerc, Ferrari (Ansa Foto)

Nessuna macchina sembra essere globalmente più competitiva della RB18, il box Red Bull sa leggere perfettamente le gare e nonostante le regole imposte nel 2021 per rallentare i pit stop, lei si dimostra ancora la migliore. Discorso ben diverso si può fare per Ferrari, costantemente in affanno e per qualche motivo  incomprensibile spesso incapace di adottare le giuste strategie su Leclerc. Ne consegue che il suo pilota messo meglio in classifica ogni domenica pomeriggio si trova  a dover cercare una spiegazione alle defaillance.

Curioso resta invece il caso Mercedes. La Stella è in crescita e di sicuro maggiormente competitiva rispetto alle primissime corse del campionato. Tuttavia, essendo in affanno, si comporta in maniera non dissimile dalla Rossa. Ed infatti nel recente round dei Paesi Bassi, il muretto ha messo in difficoltà Hamilton, facendogli perdere un podio che pareva scontato.

Facendo la somma di tutto questo, è facile credere che entro Suzuka, Mad Max potrà festeggiare, e quanto prima  toccherà pure alla squadra, andando a spezzare un dominio delle Frecce d’Argento cominciato nel 2014, con l’avvio dell’era ibrida.

Tornando alla cronaca, questo venerdì, in un Tempio della Velocità sotto un cielo nuvoloso, ma con qualche raggio di sole a fare capolino di tanto in tanto, hanno preso il via le libere 1.

Il primo a prendere la pista è Nyck De Vries,, in azione sulla Aston Martin di Vettel  adornata di griglie per la rilevazione dei flussi.

Dentro anche Alpine, Ferrari e Red Bull. 1’26”230 per Perez, ma arriva il suo compagno di squadra Verstappen con un 1’25”230.

Alpha Tauri gira con il fluo-vis al posteriore, intanto ai vertici si fanno vedere prima Alonso e poi il campione in carica con 1’23”449 su dure. Stessa mescola di Fernando, ma non del secondo provvisorio Ocon su A521, che sta montando le medie.

In questi primi minuti anche il Cavallino sta optando per la mescola hard.

Da subito con le soft, invece, una vecchia conoscenza del Circus: Antonio Giiovinazzi al volante dell’Alfa Romeo.

1’22”853 per il #1 davvero scatenato.

Interessante notare che pur essendo stato il primo a scendere in pista De Vries non ha ancora firmato il cronometro quando ci si avvicna a metà sessione. E’ probabile che l’olandese stia provando qualcosa di inedito

1’22”410 per Charles e le tribune monzesi esplodono. Il ferrarista sta utilizzando il compound blando e sfoggiando del fluo-vis sotto l’alettone

Mentre il #16 è in testa, l’altra F1-75 di Sainz viaggia nelle parti basse della classifica. E Verstappen se la  prende via radio con Norris per averlo ralletato. Possibile penalità per l’inglese della McLaren?

Le fasi clou delle libere 1 della F1 a Monza

Diversi piloti stanno girando con la pittura fluorescente, questo perché il tracciato brianzolo è l’ideale per studiare l’aerodinamica date le alte velocità.

A meno di 20’ dalla fine, Leclerc rafforza il suo primato e Carlos balza alle sue spalle.

A 5’ dalla chiusura rischio per Russell che  a momenti tampona Sainz.

Bandiera a scacchi! Rosse davanti a tutti! Leclerc precede Carlos e le due W13 di George ed Ham. Quinto Verstappen.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo
Classifica FP1 Monza F1 (F1 Twitter)
Classifica FP1 Monza F1 (F1 Twitter)