Enea Bastianini e la sua rivelazione: questo il motivo del ritiro

Enea Bastianini deluso dopo la gara in Austria: un problema al cerchio costringe il pilota Gresini al ritiro.

Una gara a dir poco sfortunata per Enea Bastianini che al Red Bull Ring aveva conquistato la sua prima pole position in classe regina, un primo posto di partenza che mancava dai tempi della classe Moto3. Aveva ritrovato l’intesa perfetta con la sua Ducati GP21, ha saputo sfruttare al meglio le nuove trovate aerodinamiche, sfavillante sia sul giro secco che sul passo gara.

Enea Bastianini (ANSA)
Enea Bastianini (ANSA)

Pronti via, alla partenza viene superato da Pecco Bagnaia, ma tiene botta e difende la seconda posizione dagli attacchi di Jack Miller. Dopo pochi giri qualcosa sembra andare storto, Jorge Martin lo supera ma poco dopo ribatte con una bella staccata che lo proietta davanti. Al 6° giro Enea Bastianini deve rallentare e posare la moto a bordo pista: alla curva 9 il cerchio anteriore della sua moto si danneggia impattando con un cordolo e causa una perdita di pressione che gli rende impossibile finire la gara.

Bastianini lascia l’Austria con zero punti

Non sarà certo questa la gara che farà oscillare l’ago della bilancia verso Bastianini o Martin, ma stavolta il ‘Bestia’ perde una grande occasione per conquistare un altro podio. Aveva il passo per stare con i migliori, aveva messo dietro il compagno di marca Jorge Martin e aveva intrapreso una bella sfida con lui, fortemente simbolica, visto che a breve i vertici di Borgo Panigale dovranno decidere chi dei due affiancherà Pecco Bagnaia nel team ufficiale dal prossimo anno.

C’è tanta delusione nelle parole di Bastianini dopo il GP d’Austria vinto da Pecco Bagnaia. “Stavamo andando bene, quando Martin ha fatto quel sorpasso abbiamo perso tempo. Poi l’ho ripassato, ma all’uscita della 9 sono uscito sul cordolo con la ruota davanti, ha toccato il cerchione e si è rotto. Siamo stati sfortunati… Credo che avrei potuto tenere lo stesso ritmo di Pecco Bagnaia, di Fabio Quartararo e Jack Miller”.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Adesso la sfida è rimandata a Misano, lascia il Red Bull Ring con un altro zero e nei prossimi giorni conoscerà il suo destino professionale. Probabile che il pilota romagnolo venga spostato in Pramac dal 2023, mentre Jorge Martin potrebbe passare nella squadra factory al posto di Jack Miller che a sua volta passerà in KTM. Un vero peccato per il pilota Gresini che aveva le carte in regola per puntare alla sua quarta vittoria del 2022.