F1, la Red Bull deride ancora la Ferrari: arrivano provocazioni pesanti

La Red Bull sta dominando la prima stagione delle F1 ad effetto suolo, ma sopratutto grazie agli errori della Ferrari. Helmut Marko è critico.

Il mondiale di F1 targato 2022 sta affrontando la pausa estiva, nell’attesa di tornare a dare spettacolo tra meno di tre settimane. Il 28 agosto è infatti previsto il Gran Premio del Belgio, dove la Red Bull e Max Verstappen vogliono ulteriormente allungare sulla Ferrari e sul povero Charles Leclerc.

F1 Red Bull e Ferrari (LaPresse)
F1 Red Bull e Ferrari (LaPresse)

Il monegasco, infatti, scatterà quasi sicuramente nelle retrovie, visto che è in programma la sostituzione di alcuni elementi della power unit. Sulla sua Rossa dovrebbe debuttare il nuovo sistema ibrido, che verrà deliberato prima del congelamento che entrerà in vigore dal prossimo primo settembre.

Dal canto suo, Super Max può gestire ben 80 punti di vantaggio e la certezza che il suo team è davvero poco incline agli errori, cosa che in una F1 così tirata fa una gran bella differenza. Leclerc è stato costretto a correre quasi contro la sua squadra, visti gli innumerevoli errori strategici commessi in questa prima parte di campionato.

Dal Belgio occorrerà fare ancor più attenzione alla Mercedes, che potrebbe avvantaggiarsi grazie alla nuova direttiva tecnica, la TD39, che entrerà in vigore proprio nel week-end delle Ardenne. Secondo Toto Wolff, Red Bull e Ferrari andranno a perdere circa due decimi di tempo sul giro, un margine non indifferente.

F1, Helmut Marko critica duramente la Ferrari

In questo periodo che vede squadre e piloti di F1 in vacanza, sono piovute critiche su quanto fatto dalla Ferrari sino a questo momento. Addetti ai lavori ed anche ex campioni del mondo non hanno risparmiato delle frecciate più o meno pesanti alla Scuderia modenese, ma c’è da dire che sarebbe impossibile non concordare con loro visti gli eventi degli ultimi mesi.

L’Ungheria è stato probabilmente il colmo, con la folle scelta della gomma Dura che ha permesso a Max Verstappen di avere facilmente ragione di Charles Leclerc, nonostante la partenza dal decimo posto in griglia del campione del mondo di F1. Nelle ultime ore si è espresso sulla vicenda e sugli errori stagionali della Ferrari anche Helmut Marko, Super-consulente della Red Bull, in un’intervista riportata da “Marca“.

Ecco le parole dell’ex pilota: “Non credo che possiamo ancora permetterci di rilassarci. Mancano nove gare, vale a dire 225 punti, più quelli dei giri veloci ed una Sprint Race che si correrà in Brasile. Ancora è troppo presto per dire che è finita, perché in una parte di stagione così lunga possono succedere tante cose“.

Tuttavia, devo dire che in Ferrari stanno sbagliando quasi tutto per ora. A Budapest per esempio, non hanno azzeccato la giusta finestra di utilizzo della gomma ed hanno anche sbagliato la strategia, rendendo impossibile a Leclerc la lotta per la vittoria. Per noi è tutto perfetto, ogni week-end ci divertiamo molto a veder guidare Max, la squadra fa sempre un lavoro incredibile. Rispetto allo scorso anno siamo molto più tranquilli, tutto era dannatamente stressante“.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Marko ha sottolineato la grande maturità raggiunta da Verstappen, che grazie al titolo iridato è nettamente cresciuto sotto tanti punti di vista: “Max è davvero impressionante, quando lo avevamo portato in questo sport a 17 anni era già il più grande talento che avevo mai visto, ma era troppo impulsivo. Ora, invece, riflette molto di più su quello che fa, è migliorato tantissimo ed in diversi aspetti. Quella battaglia per il mondiale, quella tensione, lo hanno davvero aiutato a maturare ed ora è quello che tutti vediamo. Credo che in pochi possano infastidirlo dal punto di vista della velocità, ed ora, dalla sua parte, c’è anche un’ottima esperienza. Possiamo essere molto contenti del lavoro fatto con lui“.