Zarco, una preoccupazione nonostante la pole: punta al colpaccio

Johann Zarco si gode la pole position a Silverstone, arrivata dopo aver beffato Vinales sul filo di lana. Ecco le sue parole a fine qualifica.

La pole position del Gran Premio di Gran Bretagna della MotoGP è andata ad uno scatenato Johann Zarco, che ha portato davanti a tutti la Ducati Pramac. Un lavoro eccezionale quello svolto dal francese, che aveva messo in mostra un grandissimo potenziale sin dalle prime prove libere che aveva chiuso davanti a tutti.

Zarco (ANSA)
Zarco (ANSA)

Il rider transalpino ha fatto segnare il nuovo record della pista di Silverstone girando in 1’57”676, migliorando di mezzo secondo quello della Honda di Marc Marquez che resisteva dal 2019, a conferma di quanto queste moto stiano progredendo, in particolar modo in questa specifica stagione che stiamo vivendo.

Per Zarco si tratta dell’ottava pole position in MotoGP, ma ricordiamo che il francese ha ancora un tabù da sfatare. Da quando corre in top class infatti, non ha mai vinto una gara, e chissà che a Silverstone non sia arrivato il momento giusto per salire sul gradino più alto del podio, il risultato più agognato da tutti i piloti.

C’è da dire che rispetto alle altre volte in cui era partito davanti a tutti, in questa occasione ci sono buoni motivi per sognare in grande. Nelle ultime prove libere infatti, Johann ha messo in mostra un passo notevole con la gomma Dura, che solo Fabio Quartararo riusciva ad eguagliare.

Tuttavia, il suo connazionale e campione del mondo in carica partirà soltanto dalla quarta posizione, ed inoltre dovrà scontare il long lap penalty nei primi tre giri di gara, che potrebbe farlo arretrare di qualche posizioni. Conoscendo le difficoltà della Yamaha in fase di sorpasso, la gara di “El Diablo” non parte sotto i migliori auspici, a meno che non riesca a prendersi una partenza strepitosa.

Va detto che in questa qualifica è mancato il favorito assoluto, vale a dire Aleix Espargaró, che aveva dominato la terza e penultima sessione di prove libere, che non è andato oltre il sesto tempo. Lo spagnolo ha fatto comunque un’impresa, considerando che l’highside che lo ha fatto cadere rovinosamente a terra nelle ultime libere poteva avere conseguenze ben peggiori.

Aleix è arrivato a meno di due decimi dalla pole position nonostante un terribile dolore al calcagno, fatto che fornisce molto credito alla sua performance. Un peccato per il rider dell’Aprilia, che non avrà vita facile in gara visti i problemi fisici che lo hanno costretto a girare in qualifica sotto infiltrazioni.

La casa di Noale si può comunque consolare con lo strepitoso secondo posto di Maverick Vinales, che per la 28esima volta in carriera scatterà in prima fila, cosa che non accadeva dal GP d’Olanda dello scorso anno, quando correva ancora con la Yamaha. Lo spagnolo ha tutte le carte in regola per dar battaglia in gara, così come Jack Miller che sarà al via dalla terza casella.

Zarco, ecco le sue parole dopo la pole position

Al termine delle qualifiche, Johann Zarco ha raccontato le sue sensazioni ai microfoni di “SKY Sport MotoGP“: “Se mi sono trovato a mio agio? Assolutamente si, sono contentissimo per la pole position su questa pista, che è storica e che ti fa sentire molto bene quando riesci ad essere competitivo. Mi sono trovato bene sin dalle prime prove libere del venerdì ed in qualifica ho fatto un altro step in avanti. Le ultime libere sono state ottime con la gomma Dura al posteriore, ho fatto un 1’59” netto che è stato un grande riscontro“.

Johann ha preso fiducia dopo le ultime libere ed ha capito in quel momento che si sarebbe potuto giocare la pole position: “Sapevo che montando le Soft in qualifica le cose sarebbero nettamente migliorate, ed è stato così sin da quando sono sceso in pista. Nei minuti finali ho montato la gomma nuova ed è arrivato un gran tempo, abbiamo sfruttato il meglio ed è andato tutto alla perfezione“.

Zarco ha aggiunto: “Dopo la pausa è sempre una cosa positiva arrivare così carichi ed essere veloci. Già stamattina mi sentivo molto bene ma purtroppo sono caduto, le ultime libere mi hanno dato tanta fiducia. Sono riuscito a mettere insieme il giro perfetto, cosa che mi era mancata nelle terze libere, ma la caduta non mi ha influenzato troppo“.

L’autore della pole position di Silverstone è poi stato interpellato sulle sue speranze in chiave gara: “Se penso di potermela giocare per la vittoria? Siamo riusciti a lavorare bene tra venerdì e sabato, per il ritmo di gara siamo competitivi ma mi piacerebbe avere un qualcosa in più per avere più margine ed essere più tranquillo nel lottare con gli altri, ma mi auguro che domani troveremo tutto ciò che ci serve per farcela“.

Se ho provato l’aerodinamica nuova? No, ho avuto un problema tecnico su quella moto che aveva le novità tecniche e quindi ho deciso di salire su quella che aveva le vecchie soluzioni. Il nuovo contratto? Ci stiamo lavorando, ci sono poche cose sulle quali discutere ma dovremmo annunciare tutto in Austria, non dovrebbero esserci troppi problemi“.