Cosa serve per noleggiare a lungo termine una moto

Sono sempre di più gli appassionati delle due ruote e, in particolare, delle moto. Sono fan delle corse che hanno ceduto al desiderio di possedere una motocicletta da tenere in garage e portare su strada quando le temperature lo consentono. C’è anche chi, invece, preferisce che il motociclismo resti un hobby da praticare una volta ogni tanto. Tra i motociclisti ha iniziato a prender piede anche il noleggio moto lungo termine. Si tratta infatti di una soluzione rapida, che evita a chi la adotta tutte quelle pratiche di manutenzione di cui un mezzo di trasporto necessita.

Il noleggio è la soluzione ideale anche per chi non ha un garage e non può proteggere la moto dalle intemperie, soprattutto nei periodi più freddi, o per chi preferisce farne un uso sporadico durante le vacanze estive, magari in una località turistica. Il noleggio di una moto può soddisfare anche l’esigenza degli indecisi, che potranno così concedersi un periodo di prova prima di effettuare un eventuale acquisto. Un’altra fascia di clienti di questo servizio sono i grandi amanti delle due ruote, che lo scelgono per poter testare, durante l’arco dell’anno, più modelli di moto con caratteristiche differenti.

Se è vero che sul noleggio delle auto c’è più informazione, su quello delle moto sono ancora molti gli interrogativi. Oggi il noleggio a lungo termine, che per le auto ha conosciuto un grande successo, si sta diffondendo anche nel mondo motociclistico. Scopriamo insieme chi può noleggiare una moto, come si può farlo e quali sono mediamente i costi da sostenere per il noleggio.

Chi può noleggiare una moto

Guidare una moto richiede, così come ogni altro mezzo di trasporto, una buona dose di esperienza pratica e la perfetta conoscenza del veicolo, delle sue prestazioni e delle norme stradali.

In Italia è necessaria la maggiore età per poter noleggiare scooter da 50 cc a 125 cc. Per gli altri veicoli è richiesta un’età minima di 21 anni o anche di 25 anni per le categorie superiori.

Il requisito anagrafico è obbligatorio e deve essere rispettato.

Cosa è richiesto per il noleggio di una moto

Il noleggio di una moto è una pratica più semplice di quanto si potrebbe credere e anche abbastanza rapida se si dispone di soli due requisiti necessari: un reddito dimostrabile e la patente di guida necessaria per guidare il mezzo.

È fondamentale poter dimostrare di percepire un reddito che possa sostenere le rate dell’abbonamento del noleggio nel periodo stabilito. I soggetti, quindi, che possono accedervi sono: cittadini privati con contratto di lavoro a tempo indeterminato, pensionati, liberi professionisti e tutte le persone giuridiche.

Esistono compagnie che inseriscono nel contratto la possibilità di estendere la guida della moto noleggiata ai familiari che convivono con la persona che firma il contratto di noleggio.

Costi del noleggio lungo termine moto

Il tempo è ovviamente una delle variabili, che insieme alla tipologia della moto, incide sul prezzo del noleggio del mezzo. In media un modello essenziale prevede un costo mensile di 120 euro, un top di gamma, invece, può anche raggiungere i 500 euro mensili. La richiesta di un deposito cauzionale o di un anticipo iniziale dipende dalla volontà di chi affida il mezzo. Non mancano, come su qualsiasi altro prodotto in commercio, promozioni che possono riferirsi alla permuta di un altro mezzo, datato, che il cliente potrebbe offrire per ottenere una riduzione sul costo finale del noleggio.

Solitamente, i costi del noleggio a lungo termine comprendono tutte le spese fisse legate al mezzo (immatricolazione, bollo, assicurazione RC moto, assicurazione furto e incendio, manutenzione ordinaria e straordinaria, compresa la revisione periodica, soccorso stradale, gestione sinistri e contravvenzioni). Nella maggior parte dei casi le società di noleggio non coprono i costi variabili, che sono legati alla circolazione del mezzo, come carburante, pedaggi, parcheggi e multe.