F1, Verstappen e la Red Bull contro la Mercedes: situazione incandescente

Il mondo della F1 vive un momento bollente a causa dell’arrivo delle nuove regole. Verstappen si è scagliato contro la Mercedes.

Il Gran Premio d’Austria è sempre uno dei più attesi nel calendario della F1, per via della bellezza di una pista, corta ma affascinante, e del grande spettacolo che ha sempre offerto. Da queste parti, il re è Max Verstappen, vincitore per ben quattro volte a Spielberg, anche se un successo lo ha ottenuto sotto la denominazione del GP di Stiria, in particolare lo scorso anno.

F1 Max Verstappen (ANSA)
F1 Max Verstappen (ANSA)

Sul tracciato situato nelle montagne stiriane, il campione del mondo ha superato Alain Prost in termini di successi assoluti, ed è il favorito anche per questo fine settimana. Dalla sua parte, l’olandese può contare su una Red Bull velocissima sui rettilinei e che con l’ultimo aggiornamento che ne ha ridotto il peso ha guadagnato anche nei tratti misti.

Per la prima volta, in quel di Silverstone, la RB18 è andata in pista con un’ala posteriore più carica rispetto alla Ferrari, beneficiandone in termini di carico aerodinamico e mantenendo il suo status di prima forza sugli allunghi. Al Red Bull Ring fa la differenza anche la trazione, specialmente in uscita dalla prima curva e dal tornantone Remus.

Da questo punto di vista, la Ferrari è sempre stata ben messa, anche se alcuni problemi erano emersi in Canada, ma si potrebbe trattare anche di particolari settaggi relativi all’ibrido. La variabile impazzita potrebbe essere la Mercedes, risorta d’incanto a Silverstone dopo un lunghissimo lavoro di sviluppo.

La F1 W13, dopo una prima parte di stagione da incubo, sta man mano diventando una vettura competitiva, e di questo va dato atto a Toto Wolff che non ha mai smesso di spronare i suoi uomini a tornare davanti. Ovviamente, come ha ricordato anche Lewis Hamilton in conferenza stampa, c’è ancora molto da fare, ma i segnali sono positivi.

All’inizio di quest’anno non ero certo che avremmo mai vinto con questa macchina. Il team ha fatto un buon passo avanti a Barcellona, ma poi abbiamo avuto diverse gare difficili. Poi abbiamo disputato le ultime due gare, che sono andate piuttosto bene, e questo ci ha incoraggiato a capire che ci stiamo muovendo nella giusta direzione: la macchina ha davvero del potenziale“, queste le parole del sette volte campione del mondo, che è però consapevole del fatto che vincere sin dall’Austria non sarà facile.

La Mercedes non ama questa pista, dove ha comunque vinto per sei volte dal 2014 in avanti. Nelle ultime stagioni, sono arrivati due successi nel 2020, ma per il resto il dominio è stato di Verstappen e della Red Bull. La freccia d’argento potrebbe diventare la variabile impazzita di questo mondiale, specialmente dalla Francia in poi quando entrerà in vigore la nuova direttiva tecnica.

F1, Verstappen si esprime sulle nuove regole

Max Verstappen non ha mai avuto peli sulla lingua, e nel giovedì del Gran Premio d’Austria lo ha voluto confermare. Il campione del mondo della F1 ha affrontato varie tematiche, tra cui quella delle nuove regole relative alla direttiva tecnica della FIA che entrerà in vigore in Francia, tra due settimane.

I cambiamenti prevedono che oltre al porpoising, la Federazione Internazionale andrà a vigilare con attenzione quelli che sono i fondi flessibili di Red Bull e Ferrari, messe nel mirino dalla Mercedes negli ultimi incontri tra le squadre e gli organizzatori del mondiale di F1.

Parlando con “RACER“, Verstappen non le ha mandate a dire: “È molto deludente che le regole vengano cambiate di nuovo a metà stagione, o almeno io la penso così. Non si tratta nemmeno di colpirci più o meno forte di altre squadre, ma non dovrebbe essere una cosa che accade così spesso. Ci si lamenta di qualcosa, in questo caso del porpoising, e poi improvvisamente cambiano le regole che lo circondano“.

Ci sono molti team che hanno fatto un ottimo lavoro non avendo questo tipo di problemi, quindi è possibile aggirarli. Se alzi l’altezza da terra, non hai problemi, ma perdi prestazioni. Se non riesci a sviluppare correttamente, è colpa tua, non del regolamento. Per me è un vero peccato“, ha detto il campione del mondo, apparso molto deluso dalla vicenda.

Inoltre, questo fenomeno è diverso su ogni pista, quindi è un peccato che questo sia cambiato a metà stagione. Alcune squadre hanno già dimostrato di poter guidare normalmente, o almeno con meno problemi rispetto ad altri team. Riguardo alla questione fondi sono ancor più sorpreso, visto che il loro flette ancor più del nostro, quindi non capisco cosa si aspettino dalle nuove regole“.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Super Max è scatenato e non ha avuto problemi a sottolineare il suo pensiero in merito a quanto avverrà a Le Castellet, dove si scenderà in pista tra due settimane. L’olandese si augura che i cambiamenti legati alla direttiva tecnica non sconvolgano i valori in campo, ma tutto può accadere quando le regole vengono modificate in modo così drastico. Solo la pista potrà darci un giudizio più chiaro.