Jonathan Rea e Kawasaki, la trattativa può partire: il pilota si espone

Il rinnovo di Jonathan Rea con Kawasaki non è ancora cosa fatta: la trattativa deve ancora decollare, ma il pilota è fiducioso.

La sconfitta del 2021 contro Toprak Razgatlioglu non ha fatto demotivato Jonathan Rea, che si è presentato carico nel nuovo campionato Superbike per cercare l’assalto al settimo titolo mondiale. Ma sulla sua strada sta incontrando un grande ostacolo: Alvaro Bautista.

Jonathan Rea (Foto LaPresse)
Jonathan Rea (Foto LaPresse)

Lo spagnolo è risalito sulla Ducati e si è rivelato subito velocissimo, un avversario molto difficile da battere per Johnny. Ci sono 36 punti di distanza tra i due in classifica. Non sono tantissimi se si considera che mancano ancora otto round nel calendario SBK e che ogni weekend è costituito da due gare che danno 25 punti ciascuna e una sprint race da 10 punti.

Tuttavia, il rider della Kawasaki sa che è importante ridurre il gap perché il rivale sembra più forte rispetto al 2019. Allora iniziò in maniera sensazionale la stagione, con ben undici vittorie di fila da esordiente, poi ci fu un crollo con tante cadute e una corona iridata persa in maniera clamorosa. Una lezione che sembra aver imparato, purtroppo per il nord-irlandese.

Mondiale Superbike, Jonathan Rea spera nell’accordo con Kawasaki

Rea darà tutto per battere Bautista, ma è anche consapevole che la Kawasaki ha un limite di motore rispetto alla Ducati. Non sarà semplice riuscire ad avere la meglio e si aspetta che la casa di Akashi in ottica 2023 gli fornisca un pacchetto tecnico migliore. Ha detto già in altre occasioni che vuole una Ninja ZX-10RR.

Nelle prossime settimane il sei volte campione del mondo Superbike dovrà anche parlare con il team del suo rinnovo, visto che il contratto scade a fine 2022. Intervistato da Speedweek, ha così risposto sull’argomento: “Mancano ancora molti mesi al 2023. Non so ancora cosa accadrà dopo la scadenza del mio contratto. Non ho parlato con la squadra, ma le quattro settimane di vacanza dopo Misano sono un buon momento per iniziare i colloqui”.

Il Mondiale SBK è andato di scena a Misano nel weekend 10-12 giugno e il prossimo round è in programma il 15-17 luglio a Donington. Questo periodo può essere l’ideale per far partire la trattativa per il prolungamento contrattuale.

Rea sembra deciso a continuare a correre con la casa di Akashi, anche perché non paiono esserci altre valide alternative: “Tre o quattro anni fa avrei detto che questo sarebbe un momento ideale per ritirarmi, ma ho ancora voglia di continuare. Sento che posso fare tanto. Non vedo l’ora di sistemare le cose per il 2023. Ho un ottimo rapporto con il team, gli devo molto dopo avermi permesso di vincere il Mondiale Superbike nel 2015”.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Per Johnny c’è solo la Kawasaki come opzione per il prossimo anno. Yamaha continuerà con Razgatlioglu e Ducati rinnoverà sicuramente con Bautista. Invece Honda e BMW non possono offrigli una moto vincente, pertanto non possono rappresentare ipotesi credibili ora.