Gresini Racing, Enea Bastianini lascia? Ecco come stanno le cose

Nadia Padovani parla del progetto Gresini in classe regina dopo la morte di Fausto e del futuro di Enea Bastianini.

Il team Gresini Racing si sta togliendo grandi soddisfazioni nella sua prima stagione in classe regina. Enea Bastianini ha già centrato tre vittorie nelle prime nove gara, risultati che nessuno si sarebbe mai immaginato alla vigilia del campionato, compresa la team owner Nadia Gresini che ha preso in mano le redini della squadra dopo la morte del marito Fausto nel febbraio 2021.

Enea Bastianini (foto LaPresse)
Enea Bastianini (foto LaPresse)

L’ex campione scomparso per Covid mai avrebbe voluto che sua moglie fosse coinvolta nel mondo dei motori, “mi ha sempre detto che questo è un mondo difficile e che gli fosse successo qualcosa avrei dovuto lasciare tutto”, ha raccontato Nadia a ‘La Gazzetta dello Sport’. Invece quando Fausto è andato via la decisione che ha ribaltato le richieste e rilanciato una squadra pronta a recitare un ruolo di grande protagonista.

Gresini progetta il futuro senza Bastianini

Non è stato facile ricominciare, con gli sponsor che andavano via e alcuni collaboratori che hanno mollato. Ma la famiglia Gresini ha potuto contare sul supporto importante di alcuni uomini fidati che hanno lavorato per molti anni al fianco di Fausto, su tutti Carlo Merlini, Ivano Mancurti e Michele Masini, quest’ultimo diventato direttore sportivo. Dal canto suo Nadia ha già segnato un suo record personale: è la prima donna team principal in MotoGP.

Ha deciso di dimostrare al mondo chi fosse il team Gresini, hanno trovato nuovi sponsor, poi ci ha pensato Enea Bastianini a ripagare degli sforzi profusi con la vittoria nel Gran Premio di esordio a Losail: “È stata la dimostrazione che Fausto non c’è fisicamente, ma c’è. Sempre. Ha voluto aiutarci per tutto quello che abbiamo passato, per i casini con gli sponsor che se ne sono andati”.

Nel futuro probabilmente non ci sarà Enea Bastianini, destinato a passare in Pramac o nel team Ducati factory. Ma la signora Gresini sembra avere le idee chiare e un carattere molto deciso: “Enea si dice certo di restare in Ducati, non so se con noi”. Ma ci sono già valide alternative in cantiere: “Ma sì, la Suzuki si è ritirata, stiamo parlando… Con me c’è anche mio figlio Luca”. L’obiettivo è sin troppo scontato: “Quello di chiunque partecipi al Mondiale”. Vincere il titolo della classe regina.