Repsol, attacco frontale a Valentino Rossi: l’accusa è pesantissima

Repsol, storico sponsor della Honda, ha criticato la MotoGP odierna e anche lanciato una frecciata diretta a Valentino Rossi sul tema delle gomme.

Ha fatto abbastanza rumore quanto scritto da Repsol sul suo sito ufficiale a proposito della MotoGP di oggi, ma anche in riferimento al passato. Il noto main sponsor del team ufficiale Honda non ha risparmiato delle critiche.

Valentino Rossi
Valentino Rossi (Foto LaPresse)

Il celebre marchio spagnolo ha messo in evidenza che adesso è diventato sempre più complicato effettuare sorpassi. L’implementazione di nuove tecnologie, come le famose ali o gli abbassatori, rendono tutto più difficile. La manovra non dipende più solo dal motore e dalle capacità del pilota, c’è altro a condizionare.

Repsol ha accolto positivamente il divieto di utilizzare l’holeshot anteriore quando la moto è in movimento a partire dal 2023. Si potrà usarlo solo al momento della partenza. Al tempo stesso, però, vorrebbe che si intervenisse pure sul dispositivo posteriore che svolge comunque la funzione di abbassare la moto.

Troppa tecnologia, e spettacolo che ne risente. E ne risentono anche i piloti, a livello fisico. Molti di loro hanno problemi muscolari alle braccia e la colpa è proprio delle novità aerodinamiche che sono state adottate negli ultimi anni, portando le moto a essere più impegnative da guidare.

MotoGP, Repsol su Michelin e le gomme pro Valentino Rossi

Repsol sul suo sito ufficiale ha fatto anche un importante riferimento alle gomme, evidenziando come la situazione sia cambiata rispetto al passato: “Quando la MotoGP è stata lanciata c’erano delle enormi disuguaglianze. Non tutti avevano accesso allo stesso tipo di pneumatico, anche piloti con lo stesso fornitore. Venivano realizzate gomme personalizzate basandosi sui dati della prima giornata di prove libere. Michelin lo ha fatto per diverse stagioni nelle gare europee”.

Il title sponsor del team Honda MotoGP spiega ciò che faceva la Michelin ai tempi, favorendo di fatto Valentino Rossi: “Nello stabilimento di Clermont Ferrand lavoravano contro il tempo per inviare sabato sera pneumatici speciali in vista della gara ed erano destinati a Valentino Rossi”.

Repsol vuole rimarcare il fatto che i piloti non godevano dello stesso trattamento nei primi anni della MotoGP e che Rossi è stato favorito da quella situazione. Dal 2009 poi è iniziata l’era del monogomma e “queste differenze – si legge sul sito boxrepsol.com – tra piloti sono state eliminate, uniformando le condizioni di gara e favorendo lo spettacolo”.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Vedremo se Michelin e/o Valentino decideranno di replicare alle parole della Repsol. Sicuramente quanto scritto è pane per i denti di coloro che hanno sempre pensato che il Dottore venisse in qualche modo favorito ai tempi delle sue vittorie nella classe regina. Per queste persone non si trattava solo di avere talento alla guida, c’era altro dietro.