Marc Marquez svela i suoi problemi: ecco cosa non va

Il pilota della Honda, Marc Marquez, ha chiuso il suo ultimo Gran Premio prima dell’operazione negli Stati Uniti al decimo posto. MM93 ha confessato i suoi problemi.

Marc Marquez ha portato a termine il sesto appuntamento della sua stagione, chiudendo al Mugello al decimo posto. Il Cabroncito aveva dimostrato di non essere mai pienamente tornato quello di prima dell’infortunio alla spalla. I problemi sono iniziati nel Gran Premio motociclistico di Andalusia 2020 quando è rimasto vittima di un grave incidente all’omero destro.

Marc Marquez (Ansa Foto)
Marc Marquez (Ansa Foto)

Lo scorso anno era tornato dopo diverse operazioni e aveva vinto tre Gran Premi, ma senza mettere in luce quel tipo di superiorità a cui erano abituati i suoi fan. L’otto volte campione del mondo è poi rimasto vittima di problemi di visione doppia, sia nel finale del campionato 2021 che nella prima parte del 2022. Non c’è stata alcuna tregua per il classe 1993 che ha deciso ora di risottoporsi ad interventi chirurgici, dopo un campionato molto altalenante.

Il catalano non ha più ritrovato forza nel braccio destro operato, non potendo guidare nel suo stile. I risultati deludenti sono stati una conseguenza della scarsa condizione fisica e dettati anche dallo poco feeling con la nuova Honda. I giapponesi hanno stravolto il progetto dello scorso anno, sperando di trasformare il bolide in un mezzo più guidabile per tutti i piloti della casa nipponica. In realtà il solo ad aver conseguito un podio è stato Pol Espargarò nel Gran Premio inaugurale in Qatar.

La Honda dovrà colmare il vuoto dell’ennesima assenza del campione che dovrà saltare l’intera stagione. Tra pochi giorni si sottoporrà al quarto intervento chirurgico alla spalla destra. Per i problemi avuti, a soli 29 anni, il pilota sente come una liberazione l’operazione e questa ammissione la dice lunga sullo stato psicologico in cui ha vissuto MM93 negli ultimi due anni. Ora il centauro spagnolo ha una nuova speranza in vista del 2023, anche se non ha nessuna certezza di poter ritornare a correre nello stile che gli ha permesso di vincere otto corone iridate.

I problemi di Marc Marquez

L’intervento chirurgico alla spalla destra ha dovuto attendere un periodo molto lungo prima di poter essere fissato. “Non si sarebbe potuto fare prima perché l’osso non era completamente consolidato – ha dichiarato lo spagnolo a MARCA – ho ricevuto la chiamata venerdì. Ero già qui. Se non fossi stato qui non avrei corso questa gara. Ma avendo già fatto le prime prove libere, non mi sentivo obbligato, ma avevo voglia di continuare a gareggiare questo fine settimana per aiutare la mia squadra, la Honda, e dare loro un feedback, perché c’erano quattro cose da provare. È stato molto difficile a livello psicologico, soprattutto, ma ora provo una certa liberazione”.

Il pilota di Cervera non si sente preoccupato per l’operazione. Per lui è un momento liberatorio, dato che non si sentiva più competitivo e non aveva colto nemmeno un podio nel 2022. Marc Marquez ora può sperare in futuro migliore, anche per condurre una vita normale. Oggi anche i movimenti più elementari il ragazzo li compie con il braccio sinistro, pur non essendo mancino. Questo ha portato ad un sovraccarico della spalla sinistra sana. Lo spagnolo vuole tornare alla vita normale di un atleta, fatta di allenamento e divertimento. Senza altre sofferenze e non più condizionata dagli antiinfiammatori.

Il pilota ha raccontato che sta attraversando un periodo molto complesso. Il campione ha spiegato che non ha più 20 anni, ma spera che grazie all’operazione si sentirà meglio. L’intervento non vorrà dire necessariamente tornare alla vittoria. Il suo esempio è Nadal, un atleta che non ha mai mollato nonostante i tanti infortuni in carriera. Il centauro spera di emulare il campione di tennis e vincere la sua battaglia.