MotoGP, Enea Bastianini soddisfatto a metà: ecco perché

Il pilota della Ducati Pramac, Enea Bastianini, ha fatto un lavoro egregio nelle prime due prove libere di giornata, c’è solo un problema che lo assilla.

Enea Bastianini è tra i piloti più attesi della tappa italiana. Il ducatista è terzo nella classifica piloti e vorrebbe bissare il successo di Le Mans. Il romagnolo ha tutte le possibilità di fare bene al Mugello, grazie al feeling spettacolare con la Desmosedici GP21. La Rossa dello scorso anno sta dando grandi soddisfazioni a tutta la squadra Gresini e anche al management del team factory.

Enea Bastianini (LaPresse)
Enea Bastianini (LaPresse)

Enea si sta facendo notare a suon di gare maiuscole, scalzando nelle preferenze Jorge Martin del team Pramac. Lo spagnolo era il promesso sposo della squadra corse ufficiale, ma le troppe cadute lo hanno sin qui limitato. Il Bestia ha commesso pochi errori ed è sembrato più maturo per ricoprire il ruolo di compagno di squadra di Pecco Bagnaia nella prossima stagione.

Enea si è già espresso sull’argomento e per lui sarebbe un onore sostituire Jack Miller in Ducati e comporre una coppia tutta italiana. La Ducati nel 2020 ha vinto il titolo costruttori grazie alla premiata ditta Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci. Enea può sognare in grande già in questa stagione, disponendo di un bolide in grado di fare la differenza su molti tracciati. Pecco e Jack non hanno ottenuto il massimo sin qui, non trovando il feeling ideale con la Desmosedici GP22.

L’obiettivo di Enea Bastianini

Il Bestia è arrivato al Mugello con la volontà chiara di ridurre il gap dalla vetta. Il pilota romagnolo è a soli punti dal leader della classifica piloti, Fabio Quartararo. Un distacco colmabile con una bella prestazione, già in terra toscana. La Yamaha, però, è sempre andata forte sulla pista italiana, avendo vinto cinque delle ultime dieci edizioni.

Tra Bastianini e Quartararo, non è da sottovalutare il terzo incomodo che corrisponde all’anagrafe al nome di Aleix Espargaró. Il pilota spagnolo dell’Aprilia considera il Mugello una pista amica, quasi un GP di casa e vorrà fare bella figura davanti ai tifosi della casa di Noale. Le inside sono tante per Enea che domani dovrà replicare quanto di buono fatto vedere nelle libere del venerdì. Il caldo è stato davvero torrido e il ducatista ha concluso in sesta posizione.

Enea ha dichiarato: “Sono soddisfatto, ho avuto feeling e ritmo fin dall’inizio. Non abbiamo fatto grosse modifiche. Faceva davvero caldo, non ricordo una temperatura così al Mugello. Abbiamo faticato un po’ di più con le gomme, ma tutto sommato sono contento. Non azzeccato tutto nel time attack, soprattutto il terzo settore. Per ora siamo in Q2, ma secondo me domattina si migliorerà tanto. Sto facendo fatica a fidarmi dell’anteriore alle Arrabbiate, ma per il resto siamo messi bene. Al Mugello non sono mai andato a podio neanche nelle altre classi, ci proveremo.