F1, cosa significano i simboli sul casco di Verstappen? Fan a bocca aperta

Il pilota della Red Bull Racing, Max Verstappen, ha rivelato ad inizio anno una serie di modifiche apportate al design del suo casco di F1 dopo aver conquistato il titolo mondiale nel 2021.

Max Verstappen si è laureato campione del mondo nella scorsa annata, dopo il testa a testa accesissimo con Lewis Hamilton. L’epilogo di Abu Dhabi è stato pirotecnico con un sorpasso all’ultimo respiro in curva 5 ai danni del sette volte campione del mondo. L’olandese ha disputato una stagione nel complesso strepitosa, vincendo 10 tappe e trovando una continuità spettacolare.

Max Verstappen (Ansa Foto)
Max Verstappen (Ansa Foto)

A soli 24 anni il figlio d’arte di Jos si è tolto la soddisfazione di vincere il braccio di ferro con uno dei piloti più titolati della storia della F1. Il campionato scorso è stato uno dei più equilibrati di sempre. Hamilton ha compiuto una rimonta miracolosa nella parte finale di stagione. I due rivali sono arrivati all’ultima corsa a pari punti, ma nell’appuntamento decisivo il driver della Red Bull Racing ha sfruttato alla grande l’improvviso crash del driver della Williams Nicholas Latifi.

L’ingresso della SC ha ricompattato il gruppo e, grazie all’errore umano del direttore di gara Michael Masi, il giovane olandese ha avuto l’occasione di superare a pochi chilometri dal traguardo Lewis Hamilton. La differenza di mescola è risultata decisiva. Va ricordato che non tutte le vetture si erano sdoppiate, ma solo quelle che separavano il #33 dal #44. Nell’arco dell’intera stagione Max Verstappen ha dimostrato di meritare la sua prima corona iridata. Ha lottato come un leone, finendo quasi sempre al secondo posto nelle tappe dove non è riuscito a salire sul primo gradino del podio.

Il #33, oggi numero 1, ha fatto pochissimi errori. Il più eclatante è stato nel Gran Premio d’Italia dove ha centrato Lewis Hamilton alla prima variante. L’olandese ha chiuso la porta con troppa veemenza, finendo per atterrare sulla Mercedes dell’avversario. Tranne a Baku, Silverstone, Budapest e appunto Monza, è riuscito ad arrivare in prima o seconda posizione in tutti gli altri round. Alla fine Max è riuscito a precedere di otto punti in classifica piloti il campione del mondo anglocaraibico.

F1, il nuovo casco di Max Verstappen

L’olandese ha guidato come un campionato navigato, sfruttando al meglio tutti i lati positivi della RB18. Il motore Honda ha fatto una clamorosa differenza e dopo anni di patemi sono tornati al top nel circus. Nel 2022 hanno lasciato, per la cronaca, la massima categoria del Motorsport, ma continuano a lavorare a braccetto con i tecnici della Red Bull Racing per una continuità tecnica che sta continuando a fare la differenza.

Max Verstappen ha vinto quattro delle prime sei gare del 2022. Si è ritirato per problemi tecnici negli altri due appuntamenti, ma ha dimostrato di essere cresciuto ulteriormente a livello mentale. Essere diventato campione del mondo lo ha liberato di alcune pressioni naturali ed ora è diventato sempre più forte e costante. Adrian Newey ha consegnato nelle mani dell’olandese un’altra vettura spettacolare nel 2022. Fin qui la Red Bull Racing ha dominato la scena in classifica costruttori e Verstappen è primo nella graduatoria piloti.

La vittoria finale di Abu Dhabi dello scorso anno ha portato ad una serie di polemiche evitabili, ma sul piano della sfida è stata una battaglia lunga e appassionante. Quest’anno dovrà stare molto attento ad un aspetto. Il primo successo iridato ha spinto l’olandese a rinnovare il design del suo casco per rimarcare ai colleghi chi è il numero 1 ora in pista. Max ha deciso di allontanarsi dai colori della scorsa stagione per introdurre un casco dorato che è adornato con il logo di un leone, simbolo del campione del mondo.

Non poteva mancare il numero 1 sul nuovo casco. Un scelta che è risultata in controtendenza rispetto a quella di Lewis Hamilton che ha sempre conservato il numero 44. Max ha scelto di fregarsene del merchandising legato al numero 33 e ha puntato tutto sul numero 1. Sul retro del caso è presente una stella per ricordare il successo del 2021. Quando gli è stato chiesto se fosse convinto della sua decisione di passare al numero 1, il toro olandese ha replicato: “Quante volte puoi farlo? Non lo so, forse è l’unica volta che posso nella mia vita. Penso che sia il miglior numero in circolazione“.

Considerati i risultati di questo primo scorcio di campionato, Max Verstappen ha tutte le possibilità di confermarsi al vertice della categoria regina del Motorsport. L’olandese si è dimostrato forte mentalmente nel momento difficile dei due ritiri per problemi tecnici ed è stato in grado subito di rialzare la china. Nel testa a testa in pista con Charles Leclerc ha dimostrato di avere qualcosina in più, se non altro sta facendo valere l’esperienza di essere già stato in lotta per il titolo mondiale. La sua RB18 non è ancora l’auto perfetta, senza inconvenienti tecnici, che era la RB16B ma tutto lascia presagire un duello infuocato con il monegasco della Ferrari fino al termine della stagione.